Italia markets open in 8 hours 36 minutes
  • Dow Jones

    34.580,08
    -59,72 (-0,17%)
     
  • Nasdaq

    15.085,47
    -295,83 (-1,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.029,57
    +276,17 (+1,00%)
     
  • EUR/USD

    1,1310
    +0,0004 (+0,03%)
     
  • BTC-EUR

    43.626,46
    -167,14 (-0,38%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.367,14
    -74,62 (-5,18%)
     
  • HANG SENG

    23.766,69
    -22,21 (-0,09%)
     
  • S&P 500

    4.538,43
    -38,67 (-0,84%)
     

Federvini: combattere abuso alcol, promuovere consumo responsabile

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 9 nov. (askanews) - Promuovere il consumo responsabile, combattere l'abuso di alcol e supportare l'educazione soprattutto per le fasce giovanili. In un momento in cui l'Oms con i suoi alert e l'Unione europea con il piano anticancro hanno messo sotto accusa l'industria delle bevande alcoliche, il settore si dimostra impegnato nella battaglia per la tutela della salute e chiede alle Istituzioni "un aiuto concreto nel combattere i fenomeni di abuso e di eccesso e un supporto nell'educazione ai giovani, affinché questi ultimi comprendano la differenza tra consumo responsabile e di qualità e gli eccessi pericolosi sia per loro che per chi li circonda". Lo ha detto Micaela Pallini, presidente di Federvini, in una intervista ad Askanews.

Federvini "sostiene e condivide pienamente la tutela della salute. Riteniamo però fondamentale partire dalla distinzione tra consumo moderato e abuso per promuovere l'educazione al consumo consapevole - spiega Pallini - in linea con la dieta mediterranea e con lo stile di consumo tipicamente italiano, conviviale, sano ed equilibrato".

Recentemente il settore è entrato a fare parte del progetto europeo di etichettatura elettronica: un passo avanti verso la totale trasparenza: "Federvini in un'ottica di corretta e trasparente comunicazione al consumatore ha attivamente partecipato al progetto di etichetta elettronica U-label, presentato lo scorso 30 settembre a Bruxelles - ha ricordato Pallini - Grazie alla U-label sarà possibile accedere immediatamente, tramite il QR code, alla lista degli ingredienti, ai valori nutrizionali ma anche a messaggi sul consumo responsabile e consapevole". Ma se il settore è pronto a fare la sua parte, le Istituzioni devono fare la loro. Federvini chiede che siano "attive nel definire campagne di sensibilizzazione e di educazione che siano soprattutto mirate a contrastare comportamenti scorretti e dannosi per la salute". L'associaazone da sempre sostiene progetti di educazione al consumo e promuove, assieme ai suoi associati, il bere responsabile e moderato: "un esempio concreto è la guida al consumo consapevole, sviluppata con Fipe per formare i loro associati, che sono a contatto con il pubblico. Alle istituzioni - conclude Pallini - chiediamo un aiuto concreto nel combattere i fenomeni di abuso e di eccesso e un supporto nell'educazione ai giovani, affinché questi ultimi comprendano la differenza tra consumo responsabile e di qualità e gli eccessi pericolosi sia per loro che per chi li circonda".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli