Italia markets closed
  • Dow Jones

    35.731,18
    +504,15 (+1,43%)
     
  • Nasdaq

    15.704,82
    +479,67 (+3,15%)
     
  • Nikkei 225

    28.455,60
    +528,23 (+1,89%)
     
  • EUR/USD

    1,1254
    -0,0033 (-0,29%)
     
  • BTC-EUR

    45.176,26
    +1.073,48 (+2,43%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.309,58
    -11,70 (-0,89%)
     
  • HANG SENG

    23.983,66
    +634,28 (+2,72%)
     
  • S&P 500

    4.688,02
    +96,35 (+2,10%)
     

Ferrari titolo caldo a Piazza Affari

·3 minuto per la lettura
Ferrari titolo caldo a Piazza Affari
Ferrari titolo caldo a Piazza Affari

Il Cavallino Rampante è tra i migliori nella seduta odierna grazie alle presunte trattative tra Exor e la francese Covea. Prevista per il 2 novembre la riunione del board per l'approvazione della trimestrale

Ferrari è tra i top performer della seduta odierna di Piazza Affari e raccoglie il 3,1% nel primo pomeriggio a 205,6 per azione estendendo i guadagni della vigilia. Un titolo che ha registrato il +15% negli ultimi sei mesi, e il +11% nel mese. Sentiment positivo anche a Wall Street, dove il titolo del Cavallino ha chiuso in rialzo del 3,6% a 231,01 dollari lunedì con un +2,9% negli scambi pre-market odierni.

NUOVE TRATTATIVE TRA EXOR E COVEA

Ad innescare gli acquisti sul titolo della scuderia di Maranello sono state le nuove presunte trattative tra Exor (ieri la migliore blue-chip di Palazzo Mezzanotte) e Covea per la cessione di PartnerRe. Una vendita che, secondo le indiscrezioni di stampa, si basa una valutazione di circa 9 miliardi di dollari, in linea con l'iniziale accordo di vendita, poi finito in un nulla di fatto per lo scoppio della pandemia.

BUY SUL CAVALLINO

Secondo gli analisti, un'altra ragione per il buy sul Cavallino sono le aspettative sull'utilizzo della liquidità che Exor potrebbe ricavare dalla cessione di PartnerRe, con le ipotesi di acquisizioni nel settore lusso e di un dividendo straordinario. Inoltre, per alcune voci di mercato, la holding guidata da John Elkann potrebbe destinare una parte del ricavato ad un incremento nella quota in Ferrari (ora al 24,05%) o ad altre mosse a sostegno della scuderia.

ATTESA TRIMESTRALE

Oltre ai possibili sviluppi sul fronte francese, gli investitori stanno guardando con particolare ottimismo al rilascio dei conti per il terzo trimestre, con il cda di Ferrari che si riunirà il prossimo 2 novembre. Già nel secondo trimestre la casa di Maranello aveva battuto le attese degli analisti conseguendo ricavi netti in miglioramento dell’86% su base annua a 1,035 miliardi, un utile netto di 206 milioni (+9 mln), un MoL triplicato di 386 milioni di euro, e un utile operativo di 274 milioni.

OUTLOOK CONFERMATO

Gli ottimi numeri del periodo aprile/giugno hanno permesso al società di confermare le previsioni per il 2021: i ricavi sono attesi a 4,3 miliardi, il margine operativo lordo a 1,45/1,5 miliardi, l’utile operativo tra 970 milioni e 1,02 miliardi e l’utile per azione tra 4 e 4,2 euro. L'obiettivo sul flusso di cassa, invece, è stato rivisto in rialzo a 450 milioni. In occasione dei numeri del secondo trimestre il presidente Elkan ha commentato: "Questo eccellente secondo trimestre la forza della Ferrari e del suo modello di business senza eguali. Ogni Ferrari che confermano definiamo nuovi standard di innovazione, bellezza e unicità, le relazioni del vero lusso. Con l'avvicinarsi del nostro 75esimo anniversario l' anno prossimo, le nostre opportunità non sono mai state più vaste e ampie”.

ALTRE NEWS DI FINANCIALOUNGE.COM:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli