Italia markets close in 2 hours 11 minutes
  • FTSE MIB

    24.467,38
    -80,46 (-0,33%)
     
  • Dow Jones

    33.947,10
    -482,78 (-1,40%)
     
  • Nasdaq

    11.239,94
    -221,56 (-1,93%)
     
  • Nikkei 225

    27.885,87
    +65,47 (+0,24%)
     
  • Petrolio

    76,11
    -0,82 (-1,07%)
     
  • BTC-EUR

    16.184,94
    -330,04 (-2,00%)
     
  • CMC Crypto 200

    401,34
    -9,88 (-2,40%)
     
  • Oro

    1.790,50
    +9,20 (+0,52%)
     
  • EUR/USD

    1,0515
    +0,0018 (+0,17%)
     
  • S&P 500

    3.998,84
    -72,86 (-1,79%)
     
  • HANG SENG

    19.441,18
    -77,11 (-0,40%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.951,65
    -4,88 (-0,12%)
     
  • EUR/GBP

    0,8622
    +0,0018 (+0,21%)
     
  • EUR/CHF

    0,9872
    -0,0012 (-0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,4321
    +0,0065 (+0,45%)
     

Ferrari, voci su sostituzione Binotto "prive di fondamento"

Il logo Ferrari a Maranello

MILANO (Reuters) - Scuderia Ferrari smentisce le voci di una sostituzione del responsabile del proprio team di Formula 1 Mattia Binotto al termine di questa stagione.

"In relazione alle speculazioni apparse su alcuni organi di stampa relative alla posizione del Team Principal della Scuderia, Mattia Binotto, Ferrari comunica che si tratta di voci totalmente prive di fondamento" scrive Scuderia Ferrari sul suo account Twitter.

Corriere della Sera e Gazzetta dello Sport hanno scritto oggi sui loro siti web della possibile sostituzione di Binotto al vertice del team di Formula 1 di Ferrari, a partire da gennaio, col francese Frederic Vasseur, attualmente a capo del team Alfa Romeo-Sauber.

Dopo quattro vittorie nella prima parte, il resto della stagione 2022 è stato al di sotto delle aspettative per Ferrari che ora, con soli 19 punti di vantaggio sulla Mercedes, vede addirittura a rischio il secondo posto nella classifica costruttori nel gran premio di chiusura che si terrà questo fine settimana ad Abu Dhabi.

Binotto fu scelto per guidare Ferrari in Formula 1 nel gennaio 2019, al posto di Maurizio Arrivabene.

(Giulio Piovaccari, editing Sabina Suzzi)