Italia markets open in 1 hour 40 minutes
  • Dow Jones

    33.876,97
    +586,89 (+1,76%)
     
  • Nasdaq

    14.141,48
    +111,10 (+0,79%)
     
  • Nikkei 225

    28.868,70
    +857,77 (+3,06%)
     
  • EUR/USD

    1,1903
    -0,0021 (-0,18%)
     
  • BTC-EUR

    27.577,24
    -1.146,20 (-3,99%)
     
  • CMC Crypto 200

    790,36
    -59,98 (-7,05%)
     
  • HANG SENG

    28.499,44
    +10,44 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.224,79
    +58,34 (+1,40%)
     

Ferrero: "SuperLega? Boutade di Agnelli ma non deve giustificare niente, non siamo a scuola"

·1 minuto per la lettura

Oggi è andato in scena un incontro informale presso Palazzo Parigi a Milano con i club della Serie A presenti (all'appello pare non ci fossero solo Benevento e Crotone) per parlare del tema SuperLega e anche dei fondi, ma anche di altre questioni inerenti alla Lega di A.

Massimo Ferrero, presidente della Sampdoria, ha parlato dopo l'incontro odierno, dicendo la sua sulla riunione odierna e non solo. Ecco le sue parole riportate da ilbianconero.com: "Ma che è successo? Siete troppi. E' andata benissimo, il clima è ottimo. Abbiamo fatto quello che dovevamo fare. Siamo una lega di 20 presidenti, dobbiamo solo trovare l'armonia e lavorare per un calcio migliore".

Massimo Ferrero | Getty Images/Getty Images
Massimo Ferrero | Getty Images/Getty Images

Prosegue il presidente Ferrero parlando anche del presidente della Juve Andrea Agnelli: "Juve, Inter e Milan? Sono stato critico per le ragioni che sapete tutti. Agnelli è la Juventus e la Juve è una squadra importante in Italia per cui, ha fatto una boutade e poi ha capito che il calcio casalingo è più importante. La giustificazione? Il Signor Agnelli non deve giustificare niente, non siamo a scuola".

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di Serie A.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli