Italia markets close in 3 hours 46 minutes
  • FTSE MIB

    26.050,58
    +288,48 (+1,12%)
     
  • Dow Jones

    34.814,39
    +236,82 (+0,68%)
     
  • Nasdaq

    15.161,53
    +123,77 (+0,82%)
     
  • Nikkei 225

    30.323,34
    -188,37 (-0,62%)
     
  • Petrolio

    72,38
    -0,23 (-0,32%)
     
  • BTC-EUR

    40.756,10
    +203,80 (+0,50%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.235,52
    +38,30 (+3,20%)
     
  • Oro

    1.776,10
    -18,70 (-1,04%)
     
  • EUR/USD

    1,1774
    -0,0052 (-0,44%)
     
  • S&P 500

    4.480,70
    +37,65 (+0,85%)
     
  • HANG SENG

    24.667,85
    -365,36 (-1,46%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.181,23
    +35,29 (+0,85%)
     
  • EUR/GBP

    0,8508
    -0,0027 (-0,31%)
     
  • EUR/CHF

    1,0885
    +0,0020 (+0,19%)
     
  • EUR/CAD

    1,4866
    -0,0050 (-0,33%)
     

Ferrieri (ANGI): “Maggiore sostegno al rilancio del Mezzogiorno”

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 11 set. (askanews) - Nel suggestivo centro storico del capoluogo lucano, è tornato l'appuntamento di "Heroes meet in Potenza", dedicato a futuro e innovazione con la presenza di imprenditori, startupper, innovatori e appassionati del digitale Anche per questa edizione, l'ANGI - Associazione Nazionale Giovani Innovatori, punto di riferimento italiano sull'innovazione e tra le maggiori realtà dell'ecosistema paese, è stato uno dei protagonisti con l'obiettivo di dare voce ai giovani e alle eccellenze italiane, in particolare del mezzogiorno con l'auspicio che l'innovazione, il digitale, il futuro e le tecnologie siano alla base della ripresa economico a sostegno delle imprese e della sostenibilità.

"L'attuazione del Pnrr - commenta il presidente dell'ANGI, Gabriele Ferrieri (ForbesU30) - dovrà necessariamente valorizzare le eccellenze italiane. Giovani e innovazione rappresentano il futuro dell'Italia. La ripresa partirà dai territori e in particolare l'area del mezzogiorno, dovrà essere una delle priorità per uno sviluppo all'insegna della sostenibilità e a favore delle imprese e delle startup del sud. Un percorso che passerà attraverso un dialogo pubblico-privato in cui incentivi e investimenti saranno prioritari per garantire una veloce ripresa del comparto economico industriale". I dati Istat evidenziano l'allarme lavoro al Sud. L'occupazione nel mezzogiorno è al 48% contro il 67% del Centro e il 71,5% del Nord. Per tasso di occupazione primeggiano le province del Nord Est. Anche le effettive giornate retribuite sono maggiori al Settentrione e al Centro. I giovani che non lavorano né studiano al Sud sono il doppio del Nord.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli