Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.612,04
    +116,97 (+0,48%)
     
  • Dow Jones

    34.777,76
    +229,23 (+0,66%)
     
  • Nasdaq

    13.752,24
    +119,39 (+0,88%)
     
  • Nikkei 225

    29.357,82
    +26,45 (+0,09%)
     
  • Petrolio

    64,82
    +0,11 (+0,17%)
     
  • BTC-EUR

    47.667,79
    +1.463,73 (+3,17%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.480,07
    +44,28 (+3,08%)
     
  • Oro

    1.832,00
    +16,30 (+0,90%)
     
  • EUR/USD

    1,2168
    +0,0100 (+0,83%)
     
  • S&P 500

    4.232,60
    +30,98 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    28.610,65
    -26,81 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.034,25
    +34,81 (+0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8694
    +0,0012 (+0,13%)
     
  • EUR/CHF

    1,0948
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4751
    +0,0088 (+0,60%)
     

FIB e Azioni: per ora rimaniamo short

ShoTrading.com
·3 minuto per la lettura

INDICATORE SHOTRADING FIB Ftse MIB (indicatore per trading su FIB o altri strumenti che replichino l'andamento dell'indice Ftse MIB: MiniFIB, ETF, CFD). Il Future Ftse MIB scadenza Giugno 2021 oggi, 12 aprile, si muove a metà seduta in laterale rispetto la seduta di venerdì scorso che ha portato le quotazioni al test di area 24150. Il nostro Indicatore rimane la ribasso dal segnale di giovedì 8 aprile, segnale che scattava a quota 24470. Il segnale si è espresso bene per quanto riguarda l'impulso di brevissimo, cioè il classico movimento veloce che ha target in area 200-300 punti dal livello del segnale (in questo caso il target è area 24160-24260, vedi rettangolo evidenziato in verde sul grafico). Per quanto riguarda il ciclo più ampio di breve, l'indicatore mantiene un confine limite relativamente in alto, poco sotto quota 24470 (dettagli in Area Trading Shotrading). Confine che verrà abbassato in caso di prosecuzione ribassista sotto 24100.

TRADING AZIONI FTSE MIB

UNICREDIT (UCG): siamo Short da mercoledì 7 aprile al break di quota 8,9600. Per ora stiamo concedendo spazio di oscillazione con uno stop che è poco sotto il livello di apertura dello short. Sui movimenti veloci da "trading mordi e fuggi" vale quanto detto venerdì scorso: 8,50 è area di target veloce. Qualora questo prezzo venisse perso al ribasso ci aspettiamo un nuovo target poco sopra gli 8,0 €

BANCO BPM (BAMI): abbiamo venduto allo scoperto anche BCO BPM, in due tranches il 6 e il 7 aprile (livello medio 2,4145 €). Oggi le quotazioni hanno effettuato un leggero rimbalzo dai minimi di venerdì scorso, con tentativo di recupero sopra area 2,35 €. Anche qui stiamo concedendo un poco di spazio di oscillazione.

TENARIS (TEN): siamo short su TENARIS da venerdì scorso. Per ora manteniamo la posizione con stop loss a circa il 2%. Oggi le quotazioni si muovono in area 9,10 €. In ottica ribassista un buon segnale sarebbe la perdita di area 9 € che rappresenta il supporto costituito dai minimi di Marzo.

STMICROLECTRONICS (STM): rimane nel canale laterale di brevissimo a cavallo di area 33 €. Zona nella quale i prezzi sono in fase di congestione dal 6 aprile. Secondo il nostro metodo di trading, il conteggio ciclo di breve-brevissimo sta per completarsi. Di conseguenza potremmo avere un nuovo segnale tra il 13 e il aprile (la direzione sarà valutata a conteggio completo).

LEONARDO (LDO): oggi sta effettuando un tentativo di tenuta di area 7 €. Anche qui siamo in prossimità di completamento del conteggio ciclico. Potremmo avere un nuovo segnale domani, 13 aprile.

TELECOM ITALIA (TIT): range di alta volatilità di breve. Volatilità che abbiamo con due remunerative operazioni recentemente (il long della prima metà di Marzo, e quello più veloce dell'ultima settimana di Marzo). Attenzione all'eventuale perdita di area 0,4250 perchè sarebbe un segno di debolezza.

INTESA SANPAOLO (ISP): tenta di tenere sopra area 2,25 €. Riteniamo che l'eventuale discesa sotto i minimi di questa mattina (2,2305 €) darebbe un segnale di debolezza e discesa verso 2,17 €.

MEDIOBANCA (MB): laterale sopra l'ara di supporto 9,20 €. Valuteremo un acquisto domani, 13 Aprile, solo in caso di segnale di forza con attacco in direzione 9,50 €.

SAIPEM (SPM): settimana scorsa, per la precisione giovedì 8 Aprile, la mattina aveva effettuato un break rialzista piuttosto violento, con test di area 2,43 €. Ma già nella stessa seduta, durante il pomeriggio, correggeva con spiccata volatilità. Le quotazioni oggi si muovono in area 2,30 dando l'impressione che il rimbalzo intraday di giovedì scorso possa rivelarsi una "bull trap". Attenzione qui all'eventuale perdita di area 2,25 € perchè porterebbe ad un'indebolimento sul breve termine.

Autore: ShoTrading.com Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online