Italia markets open in 3 hours 22 minutes
  • Dow Jones

    34.137,31
    +316,01 (+0,93%)
     
  • Nasdaq

    13.950,22
    +163,95 (+1,19%)
     
  • Nikkei 225

    29.099,93
    +591,38 (+2,07%)
     
  • EUR/USD

    1,2044
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • BTC-EUR

    44.518,86
    -2.501,46 (-5,32%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.237,28
    -25,68 (-2,03%)
     
  • HANG SENG

    28.750,63
    +128,71 (+0,45%)
     
  • S&P 500

    4.173,42
    +38,48 (+0,93%)
     

FIB e Trading Azioni FtseMIB

ShoTrading.com
·3 minuto per la lettura

Questa mattina il FIB (Ftse MIB Index Future scadenza Giugno 2021) si muove lateralmente in area 24400-24500. Questa mattina si è alzato leggermente rispetto a ieri il Confine inferiore del limite sul ciclo multiday paeriro col segnale di Fase Long del 25 marzo, ma attenzione perchè nel primo pomeriggio è probabile che verrà ulteriormente alzato portandolo in area 24300 (il preciso livello sarà aggiornato in Area Trading di shotrading.com). Questo perchè in caso di fallimento dell'attacco rialzista ad area 24500-24600 potrebbe esserci una correzione, e l'indicatore è vicino al completamento del nuovo conteggio ciclico (quindi possibilità di chiusura del ciclo Long e eventuale nuovo segnale di Fase Short).

Indicatore FIB

TRADING AZIONI FTSE MIB

TELECOM ITALIA (TIT): questa mattina abbiamo chiusa in stop profit la seconda operazione di acquisto del mese di Marzo su TELECOM. Eravamo rientrati in buy il 25 marzo e usciti questa mattina in difesa del guadagno al break di 0,4552 € (vedi grafico pubblicato nell'articolo del 30 marzo). Potremmo avere un segnale di rientro settimana prossima dopo la pausa di Pasqua. Ancora tutto da vedere se sarà un altro rientro Long o un segnale al ribasso in short selling, ma la volatilità del titolo rimane interessante in ottica di trading veloce. Qualora dovesse confermare la tenuta di area 0,45 € che sta provando oggi, un attacco settimana prossima sopra i o recenti massimi di marzo darebbe un segnale di rientro in buy. Situazione del tutto diversa se dovesse scendere sotto 0,45 in quanto tornerebbe velocemente in area 0,43-0,44 € (il che farebbe ipotizzare una potenziale configuazione ribassista di medio-breve, ma questo è prematuro a dirsi).

SAIPEM (SPM): è in congestione laterale in area 2,30-2,37. Anche qui siamo vicini ad un nuovo segnale dopo il recente short del 16 marzo chiuso il 26. Non è da escludere che ci saranno novità oggi entro chiusura (se si completerà il conteggio ciclico). Altrimenti anche qui attenderemo la settimana prossima.

STMICROELECTRONICS (STM): siamo rientrati Long, come illustrato nell'articolo del 30 marzo, lo scorso 26 marzo. Oggi le quotazioni di STM hanno aperto in gap up e si muovono in prossimità di area 33 €. Forse alzeremo lo stop nel pomeriggio.

TENARIS (TEN): siamo Long anche qui dal 26 marzo con stop poco meglio che in pari. Stop che potrebbe essere leggermente alzato in caso di respinta oggi da area 9,76 €.

BANCHE: abbiamo chiuso questa mattina in leggero stop loss il Long MEDIOBANCA (MB) a -0,8%. Siamo ancora Long su INTESA SANPAOLO (ISP) ma con stop strettissimo quasi in pari e su BCO BPM (BAMI) con stop loss stretto inferiore al -1,5 %. Su quest'ultimo, in caso di stop (il livello è vicino) potremmo avere un segnale short entro chiusura o martedì prossimo. Stiamo seguendo BANCA GENERALI (BGN) che potrebbe essere in procinto di formare un doppio massimo (configurazione ribassista). Valuteremo la possibilità di uno short in caso di perdita di area 29,8-30 €. Le quotazioni questa mattina hanno tentato un break ribassista di area 30 ma al momento stanno provando un recupero sopra tale area. UNICREDIT (UCG) da alcune sedute è in congestione laterale senza direzione, in contatto di area 9 €. Anche qui conteggio ciclico di breve-brevissimo in prossimità di completamento, quindi potremmo avare un segnale oggi entro chiusura o martedì 6 marzo. Ieri su questo titolo avevamo inserito un ordine di acquisto in caso di break sopra 9,2110 € ma i prezzi rimanevano in laterale, indebolendosi nel finale di seduta con ennesimo test di area 9 €.

LEONARDO (LDO): stiamo seguendo il titolo che diventerà interessante on ottica di acquisto, dopo la veloce operazione short del 22-24 marzo, in caso di attacco ad area 7,14 €.

Autore: ShoTrading.com Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online