Italia Markets closed

Fideuram Intesa Sp Private Banking: Molesini confermato Ad

Red/Rar

Milano, 20 apr. (askanews) - L'assemblea di Fideuram - Intesa Sanpaolo Private Banking ha nominato il nuovo cda per il triennio 2018-2020, composto da 10 membri: Elena David, Claudia De Benedetti, Daniele Giudici, Paolo Grandi, Marco Lamandini, Eliano Lodesani, Piero Luongo, Paolo Molesini, Giangiacomo Nardozzi Tonielli, Giuseppe Russo. Il nuovo consiglio, riunitosi al termine dei lavori assembleari che hanno approvato il bilancio e il dividendo, ha nominato Paolo Grandi presidente, ha confermato Paolo Molesini amministratore delegato e direttore generale e Giangiacomo Nardozzi Tonielli vice presidente.

"I risultati raggiunti ci collocano ai vertici del mercato in Europa e sono frutto della riuscita integrazione tra le due reti di Fideuram e Intesa Sanpaolo Private Banking - ha detto Molesini, commentando il bilancio 2017 - Abbiamo saputo valorizzare e sviluppare le migliori competenze dei nostri 5.950 consulenti finanziari e private banker, creando un gruppo unico sul mercato, con reti e investment center integrati e una macchina operativa unificata. Dal 2014 abbiamo realizzato performance ragguardevoli: l'utile netto è salito da circa 580 a quasi 900 milioni, le masse amministrate da 179 a 214 miliardi, la raccolta netta da poco più di 3,5 a 12,4 miliardi".

"Abbiamo altresì gettato le basi - ha proseguito - per un percorso di crescita sostenibile anche all'estero, grazie alla recente acquisizione di Banque Morval, per diventare una delle prime cinque private bank in Europa e la seconda nell'eurozona per masse gestite. L'obiettivo del piano d'impresa 2018-2021 prevede un flusso di raccolta netta gestita nel quadriennio pari a 54 miliardi, di cui 5,4 miliardi dall'estero, portando l'utile da circa 900 milioni a 1,2 miliardi. Riteniamo di essere pronti per affrontare questa nuova sfida".