Italia Markets closed

Filippo Inzaghi ora si toglie qualche sassolino

·1 minuto per la lettura

Il tecnico del Benevento Filippo Inzaghi in conferenza stampa dopo il pareggio contro la Juventus si toglie qualche sassolino: "All’inizio dell’anno tutti ci davano per retrocessi, dopo lo Spezia dicevano che eravamo finiti. Sarà normale perdere qualche partita in questa categoria. Dobbiamo remare tutti dalla stessa parte, aiutando questi ragazzi che sono incredibili. Anche nelle sconfitte dobbiamo cercare di aiutarli", è l'appello di SuperPippo. "Oggi abbiamo dimostrato che con l’impegno e la voglia possiamo sovvertire questo pronostico. Questo era impensabile, ma non per me perché conosco bene questi ragazzi. Hanno fatto un qualcosa di magnifico. Improta ha giocato da attaccante prima e da terzino destro poi e credo che questa sia l’emblema della nostra squadra. Era una partita non facile, loro hanno giocatori fortissimi. Sono contento per i miei calciatori, soprattutto se pensiamo a dov’eravamo un anno fa. Siamo riusciti a fermare la Juve, un risultato straordinario che non è da tutti i giorni” "Ma non è un caso, non si vince contro Sampdoria e Bologna se non si fanno partite importanti. Dovevamo capire certi meccanismi, ma le prestazioni ci sono sempre state. La squadra non mi ha mai deluso".