Italia Markets closed

Findus, ecco orate e branzini ecosostenibili

Matia Venini
·1 minuto per la lettura
Findus, ecco orate e branzini ecosostenibili
Findus, ecco orate e branzini ecosostenibili

Il marchio svedese di pesce surgelato continua a promuovere pratiche di pesca virtuose. L’obiettivo: produzione totalmente sostenibile entro il 2025

Continua l’impegno di Findus nel promuovere pratiche di allevamento ittico virtuose. Dopo il tonno e il salmone, lo storico marchio svedese di pesce surgelato diventa il primo a certificare l’orata e il branzino con l’etichetta di ASC (Aquaculture Stewardship Council), organizzazione indipendente che garantisce l’acquacoltura sostenibile.

IL MARCHIO MSC

Findus è in prima linea anche nel contrasto alla pesca intensiva. Nel 2019 aveva già ottenuto il marchio blu di MSC (Marine Stewardship Council), altra organizzazione no profit che verifica il rispetto di pratiche di catture di pesci ecosostenibile. Per avere l’etichetta è necessario rispettare tre criteri fondamentali: la pesca deve lasciare in mare abbastanza pesci per permettere loro di riprodursi; deve consentire alla flora e alla fauna marina di prosperare; deve essere gestita dalle aziende in modo responsabile e nel rispetto delle leggi.

L'OBIETTIVO

Con quest’ultima certificazione il 90% della produzione complessiva di pesce Findus è ora etichettato MSC e ASC. L’obiettivo dichiarato dall’azienda è quello di avere prodotti provenienti al 100% da pesca sostenibile o allevamento responsabile entro il 2025. Inoltre, nel rispetto dei propri standard di qualità, l’orata, il salmone e il branzino Findus sono allevati senza utilizzare né mangimi OGM né antibiotici.

LA SITUAZIONE

L’ultimo rapporto annuale sulla pesca sostenibile di MSC, pubblicato lo scorso 1 ottobre, ha visto salire il numero di aziende coinvolte nel programma di certificazione dell’organizzazione: ora sono 409, che producono il 17% del pescato mondiale. Progressi incoraggianti ma non sufficienti. Secondo l’ultimo rapporto del FAO, oltre il 34% degli stock è ancora pescato in maniera non sostenibile.