Italia markets closed
  • Dow Jones

    35.135,94
    +236,60 (+0,68%)
     
  • Nasdaq

    15.782,83
    +291,18 (+1,88%)
     
  • Nikkei 225

    28.283,92
    -467,70 (-1,63%)
     
  • EUR/USD

    1,1291
    -0,0029 (-0,26%)
     
  • BTC-EUR

    51.635,29
    +1.821,73 (+3,66%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.462,21
    +33,28 (+2,33%)
     
  • HANG SENG

    23.852,24
    -228,28 (-0,95%)
     
  • S&P 500

    4.655,27
    +60,65 (+1,32%)
     

Finecobank: chiude i primi nove mesi del 2021 con utile netto a nuovo record €257,2 milioni

·3 minuto per la lettura

FinecoBank ha annunciato di aver chiuso i primi nove mesi dell'anno con un utile netto al nuovo record di €257,2 milioni, in crescita del 4,4% su base annua rispetto ai primi nove mesi del 2020 (che era stato il miglior risultato di sempre), nonostante i maggiori contributi sistemici (€-37,7 milioni rispetto a €-28,9 milioni nei primi nove mesi 2020). I ricavi sono stati pari a €596,9 milioni, i n rialzo del 4,1% su base annua, trainati dall'Investing (+25,1%) grazie al crescente contributo di Fineco Asset Management, alla crescita dei volumi del risparmio gestito e ai maggiori margini netti sul gestito. I costi operativi sono ammontati a €187,6 milioni, +6,7% a/a (+5,2% a/a). Il Cost/Income ratio è stato pari al 31,4%, a conferma della leva operativa della Banca. Le masse gestite di Fineco Asset Management sono pari a €21,6 miliardi, di cui €13,9 miliardi relativi a classi retail (+47,2% a/a). Procedono le attività collegate alla discontinuità strategica, che permetterà a FAM di prendere maggior controllo della catena del valore. Riguardo ai risultati del terzo trimestre del 2021 i ricavi sono stati pari a €193,5 milioni, in lieve flessione rispetto al trimestre precedente (-1,2%) principalmente attribuibile ad effetti stagionali e in rialzo del 6,6% rispetto al terzo trimestre 2020. Il margine finanziario nel terzo trimestre è risultato pari a €69,2 milioni, in flessione del 4,9% rispetto al trimestre precedente e in rialzo dell'1,0% rispetto allo stesso trimestre del 2020. Le Commissioni nette risultano pari a €110,1 milioni, in aumento rispetto ai €106,3 milioni del secondo trimestre 2021 e in rialzo del 19,3% rispetto ai 92,3 milioni del terzo trimestre 2020, principalmente grazie alle commissioni generate dall'area Investing (€ 71,4 milioni, +9,7% t/t e +29,9% a/a). L'Utile lordo del trimestre è pari a €100,9 milioni, in calo dai €127,7 milioni del trimestre precedente e in rialzo dell'11,3% dai €90,7 milioni dello stesso periodo del 2020. L'Utile netto del trimestre è pari a €72,6 milioni, in calo rispetto ai 89,9 milioni del trimestre precedente e in crescita dell'11,1% rispetto ai 65,3 milioni del terzo trimestre 2020. Così Alessandro Foti, Amministratore Delegato e Direttore Generale di FinecoBank, commentando i risultati: "Chiudiamo i primi nove mesi dell'anno con risultati in forte crescita, che confermano la solidità della banca e ancora una volta la forza del modello di business ben diversificato e sostenibile. In un contesto che vede proseguire l'accelerazione della digitalizzazione in tutti gli ambiti della società, il dna tecnologico che dalla sua nascita contraddistingue Fineco pone la nostra piattaforma integrata in una situazione ideale per offrire la risposta più efficace a una clientela sempre più interessata a investire. Infine, i dati di raccolta di ottobre proseguono il trend di crescita robusta con un grande slancio del risparmio gestito, evidenziando la capacità dei nostri professionisti di incontrare le esigenze di pianificazione dei clienti con soluzioni evolute e innovative".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli