Finmeccanica in rialzo. Quali rischi dalla crisi di Boeing?

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
FINMF13,93+0,14
BA152,25+0,09

La seduta odierna prosegue in rialzo per Finmeccanica (Other OTC: FINMF - notizie) che dopo aver concluso la giornata di ieri con un calo di circa mezzo punto, quest’oggi ha avviato gli scambi in flessione, salvo poi recuperare terreno e cambiare direzione di marcia. Il titolo viene fotgorafato mentre scriviamo a 4,898 euro, con un progresso dello 0,99% e circa 1,6 milioni di azioni passate di mano fino ad ora, rispetto alla media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 5,5 milioni di pezzi. Finmeccanica non sembra risentire dei problemi che stanno interessando Boeing (NYSE: BA - notizie) , dopo un atterraggio di emergenza di un volo Dreamliner, che ha portato le compagnie aeree giapponesi Ana e Jal a sospendere i voli con questo velivolo. La stessa decisione èstata presa dalle autorità competenti negli Stati Uniti, seguite dall’India e dal Cile che hanno deciso di fermare per un periodo indefinito il volo dei Deamliner. Prima di nuovi voli, gli operatori di apparecchi Boeing 787 registrati negli Stati Uniti dovranno dimostrare che le batterie sono sicure. A quanto pare però ci vorrà del tempo per risolvere il problema, secondo quanto indicato dal gruppo giapponse GS Yuasa, produttore delle batterie che hanno provocato l’atteraggio di emergenza. Ricordiamo che Finmeccanica, tramite la controllata Alenia, è coinvolta nella produzione del Boeing 787 Dreamliner, per il quale realizza alcune pari della fusoliera. Per gli analisti di Equita SIM è troppo presto per capire se ciò avrà ripercussioni sugli ordini in termini di ritardi o cancellazioni per il produttore Boeing. Per finmeccanica il business è in fase di ramp-up produttivo con previsioni di fatturato superiori ai 300 milioni di euro nel 2013, pari a circa il 2% del totale e per oltre 600 milioni nel 2014, per un business con margini inferiori alla media. In attesa di novità non cambia la strategia suggerita dalla SIM milanese per Finmeccanica che resta un titolo da mantenere in portafoglio, con un prezzo obiettivo a 4,4 euro.

, Positivo invece il giudizio di Banca Akros che invita ad accumulare posizioni con un target price a 5 euro. Gli esperti segnalano che lasciare a terra la flotta dei 787 potrebbe portare ad una frenata della produzione e quindi delle consegne dei componenti della fusoliera, penalizzando così Finmeccanica. La notizia sul Boeing 787 è negativa e Banca Akros si aspetta che il mercato possa penalizzare le azioni del gruppo italiano. Intanto, sempre con riferimento a Finmeccanica, si segnala che DRS Technologies è una delle società che ha siglato un accordo con l’esercito americano Joint WarFighter Advanced Communications Work per la fornitura di prodotti. Per Equita SIM la notizia è positiva, ma in merito al contratto non c’è certezza nè della tempistica nè dell’ammontare dei potenziali ordini, considerando che allo stato attuale non si conosce neanche il numero di società incluse nell’accordo.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

PIATTAFORMA DI TRADING

  • Fai trading ora

    Fai trading ora

    Navigazione intuitiva con una piattaforma di trading pluripremiata. Maggiori informazioni su IG.com Altro »

Azioni in evidenza

  • Riflettori su Piazza Affari
    Riflettori su Piazza Affari
    NomePrezzoVar.% Var.
    0,000,00%
    FNC.MI
    2,272+0,258+12,81%
    UCG.MI
    2,28+0,17+8,16%
    ISP.MI
    18,90+0,22+1,18%
    BMPS.MI
    0,718+0,018+2,57%
    TIT.MI
    13,96+0,27+1,97%
    ENI.MI
    3,93+0,19+4,97%
    ENEL.MI
    2,504+0,076+3,13%
    MS.MI
    0,000,00%
    F.MI

Titoli caldi

  •  
    Ultime quotazioni consultate
    Nome Prezzo Variazione Var. %Grafico 
    I codici visualizzati più di recente compaiono automaticamente in questo spazio usando questo campo ricerca:
    È necessario abilitare i cookie del browser per visualizzare le ultime quotazioni.
  • Notizie sulle quotazioni recenti

    •  
      Accedi per visualizzare le quotazioni nei tuoi portafogli.