Italia Markets closed

Fintech, cresce la società italiana che fa trovare nuovi clienti alle banche

di Fabrizio Arnhold

Aiutare banche, assicurazioni e fintech company a trovare nuovi clienti. Questa è la mission di financeAds International, una media e performance agency che ha fatto acquisire oltre 1 milione e 200mila clienti nel 2008, 400mila solo in Italia. Tra le aziende ci sono N26, Hype, BuddyBank e Moneyfarm.

La società

Alla guida di financeAds c’è Alvise Perissinotto, managing director. La società è stata creata da una joint-venture tra finleap, il primo company builder europeo di società fintech, e financeAds GmH & CO. KG. Nel luglio 2016 ha ottenuto il premio “Best Affiliate Network”, agli European Performance Marketing Awards.

Alvise Perissinotto, managing director di financeAds International

La crescita

Sin dagli esordi la società ha stretto accordi con banche e aziende fintech di rilievo internazionale. “Il numero di utenti che si è registrato a un challenger bank o a un prodotto fintech è cresciuto di circa il 20% tra il 2017 e il 2018, e nei primi tre mesi del 2019 stiamo registrando un incremento doppio rispetto a quello del 2018”, spiega Alvise Perissinotto, managing director di financeAds International. “financeAds International gioca un ruolo chiave nel customer acquisition marketing per queste nuove realtà aiutandole dal processo di definizione del funnel di acquisizione alla pianificazione del loro budget di marketing digitale, mantenendo sempre una logica a performance”.

Come funziona

Il funzionamento della piattaforma è semplice: da una parte ci sono i protagonisti del mondo fintech, che offrono i loro prodotti online, gli inserzionisti, dall’altra troviamo gli editori, che si occupano di portare possibili clienti, attraverso i loro canali di comunicazione. Quando si conclude una transazione, ossia quando un cliente portato dagli inserzionisti acquista un prodotto, all’editore viene riconosciuta una commissione. Per raggiungere l’obiettivo, financeAds International mette a disposizione degli editori numerosi tools di comparazione gratuiti, che consentono ai loro utenti di analizzare in modo rapido ed efficace tutte le soluzioni presenti e scegliere quella più adatta alle loro esigenze.

Marco Berini, ceo di fineleap Italia

Gli obiettivi futuri

Ad oggi, la società conta oltre 2.800 publishers ed è attiva in Spagna, Gran Bretagna, Polonia, Olanda, Italia, Svizzera, Austria, Germania, Francia e Belgio. L’azienda ha registrato, negli ultimi 3 anni, un aumento del fatturato del 30 per cento su base annua. “Le sinergie tra financeAds International e finleap si andranno a consolidare ancora di più nel 2019 dove vogliamo iniziare a lavorare anche con realtà bancarie più grandi, strutturate e scrupolose lato brand safety e compliance, per aiutarle a trovare nuovi soluzioni digitali che possono migliorare il loro funnel di acquisizione utenti”, conclude Marco Berini, ceo di finleap Italia.

Leggi anche:

Cinture di sicurezza posteriori in auto, sono obbligatorie ma 1 italiano su 2 non le allaccia

Value China è la startup che aiuta le imprese italiane a vendere in Cina

Shopping, gli utenti cercano online ma comprano in negozio