I mercati italiani aprono fra 1 ora 26 min

Fisco, Ag.Entrate chiarisce nuove regole per le locazioni brevi -2-

Fgl

Roma, 12 ott. (askanews) - La circolare chiarisce inoltre che non è richiesta l'adozione di un particolare schema contrattuale.

Le ritenute si applicano ai canoni e ai corrispettivi derivanti da contratti stipulati a partire dal 1 giugno 2017: gli intermediari erano quindi tenuti a versarle entro il 16 luglio 2017.

"Tuttavia - spiega l'Agenzia delle Entrate - nel rispetto dello Statuto dei diritti del contribuente e tenendo conto delle iniziali difficoltà incontrate dagli operatori, gli uffici dell'Agenzia potranno escludere le sanzioni per l'omessa effettuazione delle ritenute fino all'11 settembre 2017. Gli intermediari saranno comunque sanzionabili per le omesse o incomplete ritenute da effettuare a partire dal 12 settembre e da versare entro il 16 ottobre 2017. Resta in ogni caso fermo l'obbligo di comunicazione dei dati dei contratti stipulati a partire dal ° giugno 2017 poiché l'adempimento deve essere effettuato nel 2018. Sull'argomento, la circolare chiarisce che l'incompleta o errata comunicazione dei dati del contratto non è sanzionabile se causata dal comportamento del locatore.

Le nuove regole, sottolinea la circolare, "riguardano tutti i soggetti attraverso i quali vengono stipulati contratti di locazione breve, a prescindere dal fatto che siano residenti o abbiano una stabile organizzazione in Italia. Non rilevano né la forma giuridica del soggetto che intermedia (forma individuale o associata) né la modalità con cui l'attività è svolta (che può riferirsi ai contratti di locazione stipulati on line e off line)".

La ritenuta va operata sull'intero importo indicato nel contratto di locazione breve che il conduttore è tenuto a versare al locatore. In ogni caso la materiale disponibilità delle somme impone all'intermediario di effettuare il prelievo del 21% a titolo di ritenuta da versare all'erario. In caso di pagamento tramite assegno bancario intestato al locatore, l'intermediario, non avendo la materiale disponibilità delle risorse finanziarie, non è quindi tenuto a trattenere la ritenuta, anche se l'assegno è consegnato al locatore per il suo tramite.