Italia markets close in 2 hours 47 minutes
  • FTSE MIB

    24.829,65
    +219,36 (+0,89%)
     
  • Dow Jones

    34.589,77
    +737,24 (+2,18%)
     
  • Nasdaq

    11.468,00
    +484,22 (+4,41%)
     
  • Nikkei 225

    28.226,08
    +257,09 (+0,92%)
     
  • Petrolio

    82,15
    +1,60 (+1,99%)
     
  • BTC-EUR

    16.364,44
    +225,69 (+1,40%)
     
  • CMC Crypto 200

    407,21
    +6,52 (+1,63%)
     
  • Oro

    1.803,10
    +43,20 (+2,45%)
     
  • EUR/USD

    1,0508
    +0,0100 (+0,96%)
     
  • S&P 500

    4.080,11
    +122,48 (+3,09%)
     
  • HANG SENG

    18.736,44
    +139,21 (+0,75%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.994,54
    +29,82 (+0,75%)
     
  • EUR/GBP

    0,8589
    -0,0036 (-0,42%)
     
  • EUR/CHF

    0,9877
    +0,0041 (+0,42%)
     
  • EUR/CAD

    1,4092
    +0,0126 (+0,90%)
     

Fisco: dai giovani commercialisti tre proposte al prossimo governo

(Adnkronos) - Tre proposte al governo che verrà: una razionalizzazione del calendario fiscale, la detassazione dei redditi degli under 30 e la revisione del DLgs. 139/2005. Le ha lanciate il presidente dell’Unione nazionale giovani dottori commercialisti ed esperti contabili, Matteo De Lise, nel corso del convegno nazionale 2022 di categoria, che si è tenuto a Roma e ha riunito mille professionisti. “Dopo mesi di confronti e proposte, siamo pronti a passare ai fatti”, ha spiegato De Lise. “E lo faremo coinvolgendo migliaia di professionisti, imprenditori e cittadini con iniziative popolari su proposte che riteniamo prioritarie per il rilancio dell’Italia”, ha continuato il numero uno dell'Ungdcec.

Si parte dal calendario fiscale: “Quello odierno -ha spiegato De Lise- è insostenibile, andrebbe razionalizzato per renderlo più efficace. Pensiamo che oggi si possano togliere tre adempimenti per aggiungerne soltanto uno, snellendo così il meccanismo”, ha rimarcato. Sulla detassazione degli under 30: “La chiediamo a gran voce perché andrebbe a favorire le aggregazioni: attraverso una maxi-detrazione che copra tutto il carico fiscale fino a 28 mila euro per i redditi prodotti da chi ha meno di trent’anni, infatti, potrebbero emergere i redditi di giovani professionisti che in questo momento ‘subiscono’ il carico fiscale”, ha continuato.

Infine, "il DLgs. 139/2005: Al Consiglio nazionale e al ministero della Giustizia chiediamo l'istituzione di un tavolo permanente per una revisione complessiva che contempli la ridefinizione delle competenze, arrivando a un nuovo regolamento interno”, conclude De Lise.