Italia Markets close in 6 hrs 46 mins

Fisco e controlli, cosa cambia

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Come cambierà il Fisco nei prossimi anni? Il direttore dell’Agenzia delle Entrate Ruffini ha fornito una panoramica degli obiettivi da raggiungere nel prossimo triennio nelle linee guida 2020-2022.

La digitalizzazione del Fisco rimane uno dei propositi a realizzare, con la velocizzazione e la semplificazione delle procedure. Quest’anno, con la pandemia, le sfide potrebbero trasformarsi in opportunità, anche per quanto riguarda i controlli dell’Agenzia delle Entrate.

Nel rispetto delle regole sul distanziamento sociale, infatti, l’Amministrazione Finanziaria ha deciso che per i restanti mesi del 2020 non ci saranno attività istruttorie esterne.

Gli accertamenti ripartiranno dal 16 ottobre, ma si darà priorità alle posizioni in scadenza e agli atti urgenti e indifferibili.

Come spiega Money.it, l’obiettivo dell’Agenzia delle Entrate è di potenziare i controlli da remoto: in questo modo si rispetteranno le regole di contenimento del contagio e non ci sarà bisogno di riaprire gli uffici.

Allo stesso tempo si procederà spediti con la digitalizzazione delle procedure, instaurando un circolo virtuoso.

Verranno anche migliorati i rapporti tra Fisco e contribuenti, compresi con gli ordini professionali, tramite la semplificazione dell’accesso ai servizi telematici e l’introduzione di un assistente virtuale a distanza.