Italia Markets closed

Fisco, è già online il 730 precompilato. Gli errori da evitare

Fisco, i al via il 730 precompilato (LaPresse)

Sono già visibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Il modello 730 e quello Redditi (l’ex Unico) con la dichiarazione precompilata sono già stati visionati da un milione di contribuenti. Quest’anno i dati a disposizione in automatico si arricchiscono con le spese per gli asili nido e le erogazioni liberali agli enti del terzo settore e i relativi rimborsi.

Le scadenze

Dal 2 maggio al 23 luglio sarà possibile inviare così com’è, oppure modificato, il modello 730; mentre per il modello Redditi le modifiche saranno possibili dal 2 maggio e l’invio dal 10 maggio al 31 ottobre.

I numeri

Sono 720 milioni i dati delle spese sanitarie comunicati all’Agenzia da farmacie, studi medici, cliniche e ospedali, il 4,3 per cento in più rispetto al 2017. In crescita anche le informazioni sui bonifici per ristrutturazioni edilizie che raggiungono quest’anno i 16 milioni. Altri 95 milioni di dati riguardano le assicurazioni, 3,8 milioni i rimborsi di spese sanitarie, quasi 3,5 milioni le spese universitarie.

Le chiavi d’accesso

Ecco che cominciano a presentarsi le prime difficoltà. Per accedere online alla nostra dichiarazione precompilata, occorre fare attenzione al percorso che si sceglie: sul sito è da evitare l’icona “Area riservata”, che può portare difficoltà d’accesso. Meglio passare dalla schermata preliminare e cliccare su “Accesso con altre modalità” e in poche battute, seguendo le istruzioni, arriverete al vostro 730. La password va rinnovata ogni tre mesi, quindi non si potrà usare quella dello scorso anno.

La spia rossa

Sullo schermo compare una spia rossa quando si sta per compilare il rigo D7: lì sono riportati i rimborsi sanitari incassati all’inizio del 2017 ma relativi a spese mediche e farmaceutiche della fine del 2016 (le mutue non le rimborsano all’istante). Se le avete già detratte nel 730 tradizionale del 2017 su 2016, oppure se nel 2017 avete già optato per il 730 precompilato, avete già goduto dello sconto fiscale del 19 per cento che non andrà riportato anche in questa dichiarazione.

Attenzione al rigo D7

In questo caso nel 730 precompilato lasciate tutto com’è. Cancellate invece la cifra del rigo D7 solo se siete certi che non avete ancora goduto dello sconto fiscale del 19 per cento su quelle spese. Per ulteriori informazioni basta cliccare sul sito dell’Agenzia: infoprecompilata.agenziaentrate.gov.it.