Italia Markets open in 3 hrs 53 mins

Fisco, Mef: +2,7% dichiarazioni Ires società capitali, Irap -3,6% -5-

Gab

Roma, 20 gen. (askanews) - Patent Box

A partire dall'anno d'imposta 2015 è stata introdotta la possibilità di optare per un trattamento di favore dei redditi derivanti dall'utilizzo di brevetti industriali, marchi, opere di ingegno, processi e disegni industriali. Nel 2017 i marchi d'impresa sono esclusi dal regime patent-box; tuttavia sono state previste delle disposizioni di salvaguardia per le opzioni esercitate precedentemente, per le quali rimane aperta una finestra temporale (cd. grandfathering) per continuare a sfruttare tale agevolazione entro il 30 giugno 2021. L'opzione ha una durata di 5 esercizi ed è irrevocabile.

Dalle dichiarazioni per il 2017 risultano oltre 1.200 società che hanno utilizzato l'agevolazione per un ammontare di reddito detassato e plusvalenze esenti pari a 2,9 miliardi di euro (2,1 volte il valore del 2016). L'incremento maggiore si riscontra nei settori "manifatturiero" (3 volte il valore del 2016 passando da 690 milioni di euro a 2 miliardi di euro) e "commercio all'ingrosso e al dettaglio" (passando da 272 a 312 milioni di euro). Questi due settori rappresentano anche i settori nei quali si concentra la quasi totalità dell'agevolazione, in particolare il 72% del totale è utilizzato nel settore manifatturiero, seguito dal commercio all'ingrosso (11% del totale).

Super-ammortamento

Nel 2017 continua ad applicarsi il "super-ammortamento", che prevede la possibilità di dedurre una maggiore percentuale della quota di ammortamento e dei canoni di locazione finanziaria sugli investimenti in beni materiali strumentali nuovi. Nel 2017 tale agevolazione è stata fruita da 258.126 soggetti per un ammontare di 4,7 miliardi di euro. Oltre il 53% dei fruitori si concentra nelle classi di ricavo comprese tra 200.000 euro e 2.500.000 euro. L'ammontare dell'agevolazione è concentrato nelle seguenti regioni: Lombardia (30%), Lazio (12%) e Piemonte (11,7%).

In termini di ammontare, la maggiore deduzione è concentrata (76%) nei seguenti settori: "manifatturiero" (35,6%), "noleggio, agenzie viaggio e servizi di supporto alle imprese" (21,5%), "commercio all'ingrosso e al dettaglio" (10,2%) e "servizi di informazione e comunicazione" (9,1%).

Iper-ammortamento

Nel 2017 entra a pieno regime l'agevolazione dell'iper-ammortamento, volta a favorire i processi di trasformazione tecnologica e digitale secondo il modello «Industria 4.0». L'incentivo è stato utilizzato da oltre 8.300 soggetti, per un ammontare di circa 418 milioni di euro. L'utilizzo è concentrato prevalentemente nel settore manifatturiero (84% dell'ammontare dell'agevolazione).