Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.352,46
    +151,02 (+0,68%)
     
  • Dow Jones

    29.910,37
    +37,90 (+0,13%)
     
  • Nasdaq

    12.205,85
    +111,44 (+0,92%)
     
  • Nikkei 225

    26.644,71
    +107,40 (+0,40%)
     
  • Petrolio

    45,53
    -0,18 (-0,39%)
     
  • BTC-EUR

    14.368,31
    +196,99 (+1,39%)
     
  • CMC Crypto 200

    333,27
    -4,23 (-1,25%)
     
  • Oro

    1.788,10
    -23,10 (-1,28%)
     
  • EUR/USD

    1,1967
    +0,0054 (+0,45%)
     
  • S&P 500

    3.638,35
    +8,70 (+0,24%)
     
  • HANG SENG

    26.894,68
    +75,23 (+0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.527,79
    +16,85 (+0,48%)
     
  • EUR/GBP

    0,8989
    +0,0073 (+0,81%)
     
  • EUR/CHF

    1,0823
    +0,0026 (+0,24%)
     
  • EUR/CAD

    1,5540
    +0,0039 (+0,25%)
     

Fisco, Sangalli: su scadenze fiscale serve provvedimento urgente

Cam
·1 minuto per la lettura

Roma, 20 lug. (askanews) - "L'avvocato Ruffini delinea uno scenario di profonda trasformazione del nostro sistema fiscale, sospinta dall'innovazione tecnologica. Bisogna approfondirlo e discuterne con attenzione". Lo afferma il presidente di Confcommercio Carlo Sangalli, in un'intervista a 'Il Messaggero, aggiungendo chevsulle scadenze fiscali serve un provvedimento urgente: "I dati pi recenti sull'andamento dei consumi rendono chiaro quanto sia difficile la situazione e quanto sia profonda la crisi di fatturato e di liquidit delle imprese. I termini dei versamenti di saldo e acconto andrebbero riaperti (senza sanzioni e interessi) almeno fino al 30 settembre. E andrebbero riprogrammate anche le scadenze fiscali di settembre, prevedendo moratorie pi ampie ed inclusive". Nel caso la proroga non arrivi, Sangalli non per la della disobbedienza fiscale anche perch siamo ancora in un contesto di emergenza "nazionale e globale gravissima che esige responsabilit. Occorre invece riconoscere che tante, troppe imprese e tanti, troppi lavoratori autonomi non saranno in grado di procedere ai versamenti nei termini fin qui previsti". In ogni modo va decongestionato "l'ingorgo fiscale e lavoriamo per l'alleggerimento effettivo. Per questo, prima si affronta il nodo della riforma fiscale e meglio ". Quanto alla la proposta del direttore dell'Agenzia delle Entrate Ernesto Maria Ruffini per la tassazione delle piccole imprese, basata su un sistema per cassa e adempimenti di fatto trasferiti al fisco stesso e automatizzati con cadenza mensile, Salgalli rileva che "vanno perseguiti insieme due obiettivi: la costruzione di un sistema pi semplice (anche in termini di frequenza di scadenze) e pi certo; la riduzione della pressione fiscale a carico dei contribuenti".