Italia markets closed
  • FTSE MIB

    27.061,40
    -508,60 (-1,84%)
     
  • Dow Jones

    34.265,37
    -450,02 (-1,30%)
     
  • Nasdaq

    13.768,92
    -385,10 (-2,72%)
     
  • Nikkei 225

    27.522,26
    -250,67 (-0,90%)
     
  • Petrolio

    84,78
    -0,77 (-0,90%)
     
  • BTC-EUR

    33.154,30
    -4.414,87 (-11,75%)
     
  • CMC Crypto 200

    877,31
    +634,63 (+261,51%)
     
  • Oro

    1.831,60
    -11,00 (-0,60%)
     
  • EUR/USD

    1,1347
    +0,0030 (+0,26%)
     
  • S&P 500

    4.397,94
    -84,79 (-1,89%)
     
  • HANG SENG

    24.965,55
    +13,20 (+0,05%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.229,56
    -70,05 (-1,63%)
     
  • EUR/GBP

    0,8368
    +0,0051 (+0,62%)
     
  • EUR/CHF

    1,0347
    -0,0027 (-0,26%)
     
  • EUR/CAD

    1,4271
    +0,0131 (+0,93%)
     

Fitch alza rating Italia a 'BBB', outlook stabile

·1 minuto per la lettura

Fitch rivede in positivo il rating dell'Italia, che passa da BBB- a BBB, con outlook stabile. Per quanto riguarda il Pil, l'agenzia prevede una crescita del 4,3% nel 2022.

"La decisione dell’agenzia di rating Fitch di alzare il rating dell’Italia a BBB corona una serie di valutazioni positive rilasciate da cinque altre agenzie di rating, che in queste settimane hanno migliorato il loro outlook sul paese" si legge in una nota del Mef.

"Tra queste è utile ricordare S&P, DBRS e Scope Ratings. Le agenzie riconoscono che dopo la forte caduta del Pil registrata nel 2020 quest’anno l’Italia ha fatto segnare una forte ripresa economica, sopra la media europea, grazie sia al dinamismo del nostro sistema economico e produttivo sia agli sforzi messi in campo dal Governo per contrastare gli effetti sanitari e socio-economici della pandemia. Questo risultato è molto importante anche dal punto di vista della finanza pubblica in quanto, unitamente all’oculata gestione della stessa, consente di conseguire una riduzione significativa del rapporto debito/Pil già a partire da quest’anno - si legge nella nota - Viene inoltre riconosciuta l’importanza cruciale per il nostro paese del Pnrr presentato dal governo, nella misura in cui permetterà di aumentarne il potenziale di crescita rendendo ancora più sostenibile il debito pubblico. Queste decisioni confermano la solidità della linea di politica economica perseguita dal Governo e l'esigenza di proseguire con vigore sulla strada delle riforme e degli investimenti, secondo il piano concordato con l’Europa".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli