Italia Markets closed

Fmi,comunicato Imfc: su crescita mondo prospettive altamente incerte -2-

BOL

Washington, 19 ott. (askanews) - "Fondamentali solidi, politiche solide e un sistema monetario internazionale resiliente sono essenziali per la stabilità dei tassi di cambio, contribuendo - si legge ancora nel comunicato finale Imfc - alla crescita e agli investimenti forti e sostenibili. I tassi di cambio flessibili, ove possibile, possono fungere da ammortizzatore. Riconosciamo che un'eccessiva volatilità o movimenti disordinati dei tassi di cambio possono avere conseguenze negative per la stabilità economica e finanziaria. Ci asterremo da svalutazioni competitive e non mireremo ai nostri tassi di cambio a fini competitivi".

"Ontrodurremo le riforme strutturali per aumentare la crescita, l'occupazione e la produttività; migliorare la resilienza; e promuovere l'inclusione. Riaffermiamo il nostro impegno per una governance forte, anche affrontando la corruzione. Promuoveremo politiche che promuovano l'innovazione e mercati più competitivi e flessibili e ci impegneremo ad affrontare le sfide derivanti da cambiamenti demografici. Offriremo a tutte le persone la possibilità di contribuire all'attività economica e di condividerne i benefici e di assistere efficacemente coloro che sostengono i costi delle transizioni in corso".

"Rafforzeremo i nostri sforzi per ridurre l'incertezza politica e rafforzare i quadri e la cooperazione internazionali".

"Il commercio e gli investimenti di beni e servizi gratuiti, equi e reciprocamente vantaggiosi sono motori fondamentali per la crescita e la creazione di posti di lavoro. Un forte sistema commerciale internazionale con regole ben applicate per affrontare le sfide attuali e future sosterrebbe la crescita globale. A tal fine, riconosciamo la necessità di risolvere le tensioni commerciali e sostenere la necessaria riforma dell'Organizzazione mondiale del commercio per migliorarne il funzionamento".

"Coopereremo per ridurre gli squilibri globali eccessivi attraverso politiche macroeconomiche e strutturali a sostegno della crescita globale sostenibile".

Sottolineiamo l'importanza di attuare, finalizzare e completare in modo tempestivo, completo e coerente l'agenda delle riforme del settore finanziario quanto prima e la valutazione in corso degli effetti di tali riforme. Affronteremo anche la frammentazione attraverso la continua cooperazione normativa e di vigilanza, adegueremo la regolamentazione finanziaria ai cambiamenti strutturali e al panorama finanziario globale in evoluzione e colmeremo le lacune nei dati".

"Stiamo lavorando - si legge ancora - per un sistema fiscale internazionale moderno ed equo a livello globale, in particolare la fiscalità relativa alla digitalizzazione, e affronteremo la concorrenza fiscale dannosa, lo spostamento artificiale dei profitti e altre sfide fiscali. Continueremo ad affrontare il ritiro della relazione bancaria corrispondente e le sue conseguenze negative. Continueremo inoltre ad affrontare fonti e canali di riciclaggio di denaro e finanziamento del terrorismo, finanziamento della proliferazione e altri finanziamenti illeciti".

"Continueremo a lavorare insieme per migliorare la trasparenza del debito e le pratiche di finanziamento sostenibili da parte di debitori e creditori, sia pubblici che privati; e rafforzare il coordinamento dei creditori nelle situazioni di ristrutturazione del debito, attingendo ai forum esistenti".

"Un'azione comune sostenuta è essenziale per affrontare altre sfide che trascendono i confini. Sosteniamo gli sforzi per raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS) 2030. Continueremo a sostenere gli sforzi nazionali e multilaterali per affrontare, rafforzare la resilienza e affrontare le conseguenze macroeconomiche di pandemie, rischi cibernetici, cambiamenti climatici e calamità naturali, scarsità di energia, conflitti, migrazione, rifugiati e altre crisi umanitarie. Continueremo a collaborare per sfruttare la tecnologia finanziaria mentre affrontiamo le sfide correlate".