Italia Markets open in 4 hrs 26 mins

Fmi taglia stime crescita globale;Italia +0,5% in 2020,+0,7% in.. -2-

BOL

Roma, 20 gen. (askanews) - Tra le economie avanzate, si prevede che la crescita si stabilizzerà all'1,6 per cento nel 2020-2021 (0,1 punti percentuali in meno rispetto al WEO di ottobre per il 2020, principalmente a causa delle revisioni al ribasso per gli Stati Uniti, l'area dell'euro e il Regno Unito e il declassamento di economie avanzate in Asia, in particolare la Hong Kong a seguito delle proteste).

Negli Stati Uniti, la crescita dovrebbe moderarsi dal 2,3% nel 2019 al 2% nel 2020 e scendere ulteriormente all'1,7% nel 2021 (0,1 punti percentuali in meno per il 2020 rispetto al WEO di ottobre). La moderazione riflette un ritorno a una posizione fiscale neutrale e un sostegno calante anticipato da un ulteriore allentamento delle condizioni finanziarie.

Per l'area euro si prevede che la crescita salirà dall'1,2 per cento nel 2019 all'1,3 per cento nel 2020 (con una revisione al ribasso di 0,1 punti percentuali) e all'1,4 per cento nel 2021. I miglioramenti previsti della domanda esterna sostengono l'attesa ripresa della crescita. Le proiezioni WEO di ottobre 2019 per Francia e Italia restano sostanzialmente invariate, ma le previsioni sono state ridotte per il 2020 in Germania, dove l'attività manifatturiera rimane si è contratta alla fine del 2019 e per la Spagna a causa del declino della domanda interna e delle esportazioni più forte del previsto nel 2019.

Nel Regno Unito, la crescita dovrebbe stabilizzarsi all'1,4 per cento nel 2020 e fermarsi all'1,5 per cento nel 2021, invariato rispetto alla WEO di ottobre. Le previsioni di crescita prevedono un'uscita ordinata dall'Unione Europea a fine gennaio, seguita da una graduale transizione verso una nuova relazione economica.