Italia markets close in 1 hour 34 minutes
  • FTSE MIB

    26.847,33
    +41,14 (+0,15%)
     
  • Dow Jones

    35.684,64
    +193,95 (+0,55%)
     
  • Nasdaq

    15.331,08
    +95,24 (+0,63%)
     
  • Nikkei 225

    28.820,09
    -278,15 (-0,96%)
     
  • Petrolio

    82,21
    -0,45 (-0,54%)
     
  • BTC-EUR

    52.731,12
    +1.698,86 (+3,33%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.478,94
    +59,56 (+4,20%)
     
  • Oro

    1.804,60
    +5,80 (+0,32%)
     
  • EUR/USD

    1,1663
    +0,0057 (+0,49%)
     
  • S&P 500

    4.579,51
    +27,83 (+0,61%)
     
  • HANG SENG

    25.555,73
    -73,01 (-0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.225,09
    +4,21 (+0,10%)
     
  • EUR/GBP

    0,8457
    +0,0016 (+0,19%)
     
  • EUR/CHF

    1,0667
    +0,0019 (+0,18%)
     
  • EUR/CAD

    1,4383
    +0,0042 (+0,30%)
     

Fmi vede membri ricchi centrare target 100 mld $ nuove riserve a paesi bisognosi

·1 minuto per la lettura
Logo del Fondo monetario internazionale all'interno della sede di Washington

WASHINGTON (Reuters) - Il direttore operativo del Fondo monetario internazionale Kristalina Georgieva ha detto di aspettarsi che le economie più avanzate raggiungano l'obiettivo di trasferire 100 miliardi di dollari sui 650 disponibili nelle nuove riserve di emergenza ai paesi più bisognosi.

Georgieva ha detto ai giornalisti di sentirsi incoraggiata dalla decisione del consiglio esecutivo del Fmi di prendere in considerazione un nuovo Resilience and sustainability trust (Rst) che permetterebbe ai paesi più ricchi di donare o prestare la propria quota dei nuovi diritti speciali di prelievo (Sdr) ad altri paesi oltre a quelli a basso reddito, che attualmente possono ricevere questo strumento di aiuto nel quadro del Poverty reduction and growth trust del Fmi.

Il direttore operativo ha detto che il fondo stava anche approntando misure volte ad aumentare la trasparenza sull'uso degli Sdr

Georgieva ha poi spiegato che i membri dell'Fmi si sono mostrati in gran parte favorevoli alla creazione dell'Rst nel corso del meeting di quattro ore del comitato esecutivo venerdì scorso, quando lo staff del Fmi ha risposto a una serie di domande sui potenziali criteri di ammissione, sugli accordi finanziari e sugli obbiettivi del nuovo trust.

"Vogliamo far parte delle soluzioni a disposizione dei politici che dovranno adottare trasformazioni di lungo periodo sul clima, ma anche al di là del clima", ha detto Georgieva.

"Siamo stati incoraggiati dal fatto che questa cosa sia stata recepita dal comitato, e che alcuni dei nostri membri, in posizione di forza, hanno cominciato a segnalare il loro interesse a contribuire a questo nuovo trust".

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli