Italia Markets close in 4 hrs 16 mins

Fond. Inarcassa: incomprensibile Tar che legittima lavoro gratuito

Red

Roma, 10 ott. (askanews) - "E' un segnale importante che la questione sollevata dai giudici del Tribunale Amministrativo del Lazio sia giunta all'attenzione del Parlamento, del Ministro della Giustizia e del MEF con una interrogazione presentata al Senato. Il valore economico della prestazione professionale non solo è garante della difesa della dignità dei liberi professionisti ma anche della qualità dei servizi erogati ai cittadini e per nessun motivo il principio dell'equo compenso può essere messo in discussione". E' negativo il giudizio del Presidente di Fondazione Inarcassa, Egidio Comodo, sul pronunciamento del TAR del Lazio nella sentenza n. 11411 depositata il 30 settembre, che ha dichiarato legittima la manifestazione di interesse per incarichi di consulenza a titolo gratuito contenuta in un avviso pubblico emesso dal Ministero dell'Economia e delle Finanze.

"Siamo stupiti della decisione di legittimare la gratuità del lavoro svolto da parte di migliaia di tecnici. Una sentenza pericolosa che va a ledere i diritti dei professionisti e che non possiamo accettare perché per ogni traguardo in tema di equo compenso - principio adottato ormai da moltissime leggi regionali - sembra esserci un passo indietro della giurisprudenza e questo non è tollerabile. Auspichiamo pertanto, che sia stabilito al più presto un sistema di regole più chiare e che si proceda ad una revisione di questa decisione, a noi incomprensibile, così da ridare piena legittimità al lavoro dei liberi professionisti".