Italia markets open in 7 hours 46 minutes
  • Dow Jones

    31.535,51
    +603,14 (+1,95%)
     
  • Nasdaq

    13.588,83
    +396,48 (+3,01%)
     
  • Nikkei 225

    29.663,50
    0,00 (0,00%)
     
  • EUR/USD

    1,2050
    -0,0010 (-0,08%)
     
  • BTC-EUR

    41.332,55
    +2.996,97 (+7,82%)
     
  • CMC Crypto 200

    982,63
    +54,40 (+5,86%)
     
  • HANG SENG

    29.452,57
    +472,36 (+1,63%)
     
  • S&P 500

    3.901,82
    +90,67 (+2,38%)
     

Fondi, le giovani promesse del 2021

Morningstar
·3 minuto per la lettura

Gli analisti di Morningstar hanno aggiornato la lista dei cosiddetti Prospect, ossia i fondi gestiti attivamente che sono candidati ad entrare nell’universo coperto da Analyst rating. Si tratta delle “promesse” dell’industria, che meritano l’attenzione degli investitori per la loro qualità.

L’elenco viene rivisto ogni sei mesi e per entrarvi uno strumento finanziario deve avere alcune o tutte le seguenti caratteristiche: unicità del processo, essere interessato da un cambio di gestione con potenzialità interessanti, essere un nuovo prodotto la cui responsabilità è affidata a un manager con una lunga esperienza o essere una strategia “sotto i radar”, ma poco conosciuta.

Nell’edizione 2021 del rapporto, ci sono 37 strategie, di cui sei sono entrate nella seconda parte del 2020. Vediamo i fondi che sono disponibili anche in Italia.

BNY Mellon Sustainable Real Return

E’ la versione sostenibile della nota strategia real return di Newton Investment management (società del gruppo BNY Mellon), che ha un Analyst rating pari a Bronze e un giudizio degli analisti di Morningstar “sopra la media” sia per il team di gestione sia per il processo di investimento. Gli obiettivi di ritorno assoluto e protezione del capitale rimangono gli stessi, ma i gestori tengono conto nel mandato sostenibile, ossia attento ai fattori ambientali, sociali e di governance (ESG). E’ stato inserito tra i prospect perché è un fondo nuovo, ma con manager di esperienza.

Loomis Sayles Global Growth Equity Fund

E’ un fondo azionario internazionale gestito da Aziz Hamzaogullari, che ha 27 anni di esperienza nel settore degli investimenti. Può contare su un team di sette analisti settoriali, tre dei quali lavorano insieme dal 2006. L’approccio utilizzato è lo stesso che funziona già con successo per il fondo Natixis Loomis Sayles US Equity leaders. Gli analisti di Morningstar hanno deciso di inserirlo tra le “promesse” perché si tratta di un fondo relativamente giovane (lanciato nel 2018), con un team di gestione esperto e consolidato.

Fondi promossi con Analyst rating positivo

Rispetto all’edizione precedente del report, gli analisti di Morningstar hanno rimosso dalla lista dei prospect 18 strategie. La maggior parte perché non è stata ritenuta qualitativamente interessante o perché ci sono stati cambiamenti nel team di gestione o la crescita degli asset è stata limitata. Due fondi, invece, sono entrati a far parte dell’universo coperto da Analyst rating e hanno ottenuto un giudizio positivo. Si tratta di PGIM Broad Market U.S. High Yield e Stewart Investors Global Emerging Markets Sustainability.

Il primo è un fondo obbligazionario high yield in dollari. Secondo gli analisti di Morningstar, “non ci sono molte altre strategie che possono competere con questa in termini di risorse ed efficacia”. Oltre ai brillanti risultati ottenuti dal lancio nel 2016, il comparto può contare su un team di analisti sul credito globale, composto da oltre 30 professionisti di finanza strutturata, molti dei quali hanno decenni di esperienza. Le classi meno costose del fondo hanno un Analyst rating pari a Gold, le altre sono Silver (report di Eric Jacobson del 24 settembre 2020).

Il secondo è un azionario paesi emergenti, che è gestito dal team del Sustainable funds group di Steward Investors, guidato da Jack Nelson da maggio 2017. Nonostante sia più giovane di altri manager sui mercati in via di sviluppo, ha dimostrato competenza e capacità di aderire all’approccio best in class della casa di investimento. Nelson cerca società con un management affidabile, vantaggio competitivo e poco sensibili alle fasi di crisi economica, per cui il portafoglio è meno volatile rispetto ad altri concorrenti. Gli analisti di Morningstar hanno avviato la copertura il 1 settembre 2020 attribuendo alle classi meno costose il rating Silver (Bronze per le altre; report di Andrew Daniels).

Di Sara Silano

Autore: Morningstar Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online