Italia Markets closed

Fondo pensione intestato ai figli: quali sono i benefici?

Federica Pace

L' adesione ad una forma pensionistica complementare avviene, nel nostro Paese e per il momento, su base esclusivamente volontaria.

Lo scopo di un fondo pensione è quello di consentire all'aderente di introitare una rendita aggiuntiva ed integrativa rispetto alla pensione pubblica erogata dall'INPS.

In considerazione dell'attuale contesto economico e della crisi del welfare italiano, l'adesione ad un fondo pensione è fortemente consigliata sia a chi è in piena attività lavorativa sia a chi non l'ha ancora iniziata.

Se vi sembra prematuro pensare all'iscrizione di un figlio ad una forma pensionistica integrativa , state compiendo una valutazione errata poiché, oltre ad essere una scelta di buon senso, perdereste l'opportunità di beneficiare di alcuni vantaggi davvero interessanti.

Cerchiamo in questa guida di Trend Online di scoprire meglio quali sono le opportunità previste dalla giurisprudenza italiana.

Fondo pensione intestato ai figli: quali sono i benefici in ordine fiscale?

Per incentivare le adesioni alla previdenza complementare , anche nell'ottica di uno sgravio futuro delle rendite a carico delle casse pubbliche, il Legislatore ha previsto che tutte le somme versate, fino al limite massimo annuo di Euro 5.164,57, in un fondo pensione o in un PIP (Piani Individuali Pensionistici di natura assicurativa), possano essere integralmente dedotte dall'ammontare lordo dei redditi prodotti nell'anno.

Poiché la normativa consente di accedere a forme pensionistiche integrative anche a soggetti minori e a soggetti fiscalmente a carico (in quest'ultimo caso si intendono individui che non producono reddito superiore a 2.840,51 Euro o, se di età superiore ai 24 anni a Euro 4.000) è evidente che il beneficio fiscale di cui sopra sarà utilizzabile dal genitore in sede di dichiarazione dei redditi.

Le contribuzioni volontarie a favore di strumenti di previdenza complementare, dunque, sono un onere fiscalmente deducibile; in sede di Modello Unico o 730, perciò, verranno detratte dal reddito lordo conseguito nell'anno solare andando, di fatto, a diminuire la base imponibile sul quale vengono applicate le aliquote IRPEF per determinare il computo totale di imposte da riversare all'erario.

Naturalmente il beneficio fiscale non è a priori determinabile poiché varia in relazione al reddito prodotto e all'aliquota applicata, ma può essere anche decisamente interessante.

Oltre alla deducibilità fiscale , infine, il legislatore ha voluto introdurre anche un beneficio in ordine alla fiscalità dello strumento stesso per il quale è stabilita una tassazione sui rendimenti del 20% (e non del 26%) ed è una tassazione agevolata anche sulla rendita (o capitale) percepito in fase di uscita (aliquota calante in base al tempo di mantenimento dello strumento dal 15% al 9%).

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online