Italia markets open in 8 hours 42 minutes
  • Dow Jones

    29.683,74
    +548,75 (+1,88%)
     
  • Nasdaq

    11.051,64
    +222,13 (+2,05%)
     
  • Nikkei 225

    26.173,98
    -397,89 (-1,50%)
     
  • EUR/USD

    0,9731
    +0,0134 (+1,39%)
     
  • BTC-EUR

    20.179,84
    +522,27 (+2,66%)
     
  • CMC Crypto 200

    447,10
    +18,32 (+4,27%)
     
  • HANG SENG

    17.250,88
    -609,43 (-3,41%)
     
  • S&P 500

    3.719,04
    +71,75 (+1,97%)
     

Forex, dollaro debole dopo balzo venerdì su occupati Usa

Una banconota banconota da 1 dollaro USA è visibile in questa illustrazione

LONDRA (Reuters) - Il dollaro è debole e lascia sul terreno parte dei guadagni accumulati venerdì dopo i dati Usa sugli occupati.

I numeri sul mercati del lavoro Usa a luglio - decisamente superiori alle attese - sono stati interpretati dal mercato subito dopo la diffusione come un fattore importante per un'accelerazione nella stretta monetaria da parte della Federal Reserve.

Tuttavia questa aspettativa è scemata nei primi scambi europei, con l'indice sul biglietto verde che attorno alle 10,30 scambia in calo a 106,44, giù dello 0,2% circa, rispetto al picco di 10 giorni visto venerdì a 106,93.

I mercati monetari prezzano circa il 69% di probabilità che la Fed alzi i tassi di 75 punti base al meeting di settembre, secondo i dati Refinitiv.

L'esponente della Fed, Michelle Bowman, ha detto nel fine settimana che l'istituto centrale dovrebbe valutare più rialzi dei tassi da 75 punti ai prossimi meeting per far scendere l'inflazione.

"Il dollaro ha tratto beneficio dalla combinazione di dati Usa forti e dichiarazioni 'hawkish' che hanno incoraggiato gli operatori a posticipare le aspettative per un approccio 'dovish' da parte della Fed", scrivono gli analisti di Mufg, Derek Halpenny e Lee Hardman, in una nota.

"Crediamo ci sia margine per un rimbalzo da parte della divisa Usa nel breve termine", aggiungono.