Annuncio pubblicitario
Italia Markets close in 56 mins
  • FTSE MIB

    34.236,26
    +511,44 (+1,52%)
     
  • Dow Jones

    38.441,59
    +201,61 (+0,53%)
     
  • Nasdaq

    15.685,56
    +234,25 (+1,52%)
     
  • Nikkei 225

    37.552,16
    +113,55 (+0,30%)
     
  • Petrolio

    82,10
    +0,20 (+0,24%)
     
  • BTC-EUR

    62.480,74
    +430,83 (+0,69%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.439,17
    +24,41 (+1,72%)
     
  • Oro

    2.337,70
    -8,70 (-0,37%)
     
  • EUR/USD

    1,0708
    +0,0051 (+0,4818%)
     
  • S&P 500

    5.066,65
    +56,05 (+1,12%)
     
  • HANG SENG

    16.828,93
    +317,24 (+1,92%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.990,74
    +53,89 (+1,09%)
     
  • EUR/GBP

    0,8599
    -0,0025 (-0,29%)
     
  • EUR/CHF

    0,9740
    +0,0026 (+0,26%)
     
  • EUR/CAD

    1,4622
    +0,0032 (+0,22%)
     

Forex, dollaro fatica a trovare direzione, yen sale dopo dati

Una banconota da un dollaro statunitense

(Reuters) - Il dollaro fatica a trovare una direzione, in vista di importanti dati che potrebbero fornire ulteriori indizi sul percorso politico della Federal Reserve statunitense, mentre lo yen è in rialzo dopo che i dati hanno confermato che l'inflazione si trova al di sopra dell'obiettivo della Banca del Giappone (BoJ).

L'inflazione al consumo core del Giappone ha superato le previsioni, mantenendo vive le aspettative che la BoJ possa porre fine ai tassi di interesse negativi entro aprile.

Intorno alle 10,57, lo yen sale dello 0,3% a 150,22. A metà febbraio aveva toccato 150,88, il livello più alto dal 16 novembre.

L'indice del dollaro statunitense, che misura la valuta rispetto a un paniere di valute simili, tra cui lo yen, l'euro e la sterlina, è in calo dello 0,12% a 103,7.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

La pubblicazione del Pce, giovedì, è uno dei punti chiave del calendario statunitense di questa settimana e potrebbe indicare scommesse meno aggressive sull'allentamento da parte della Fed.

L'euro guadagna lo 0,05% rispetto al biglietto verde a 1,0854. La moneta unica ha registrato costanti aumenti da metà febbraio, quando ha toccato 1,0695, il minimo dal 14 novembre.

Gli Stati tedeschi, la Francia e la Spagna pubblicheranno i dati sull'inflazione giovedì, prima dei dati della zona euro previsti per venerdì.

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Stefano Bernabei)