Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.621,72
    -63,95 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.429,88
    +34,87 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    11.461,50
    -20,95 (-0,18%)
     
  • Nikkei 225

    27.777,90
    -448,18 (-1,59%)
     
  • Petrolio

    80,34
    -0,88 (-1,08%)
     
  • BTC-EUR

    16.106,04
    -45,05 (-0,28%)
     
  • CMC Crypto 200

    404,33
    +2,91 (+0,72%)
     
  • Oro

    1.797,30
    -3,80 (-0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,0531
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • S&P 500

    4.071,70
    -4,87 (-0,12%)
     
  • HANG SENG

    18.675,35
    -61,09 (-0,33%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.977,90
    -6,60 (-0,17%)
     
  • EUR/GBP

    0,8573
    -0,0012 (-0,13%)
     
  • EUR/CHF

    0,9871
    +0,0010 (+0,10%)
     
  • EUR/CAD

    1,4186
    +0,0060 (+0,43%)
     

Forex, dollaro a minimo 2 mesi su euro, mercato aspetta esito voto Usa

L'illustrazione mostra le banconote del dollaro statunitense

NEW YORK (Reuters) - Il dollaro scambia sui minimi di due mesi nei confronti dell'euro mentre gli operatori valutari attendono il risultato delle elezioni di midterm negli Usa e i dati sull'inflazione statunitense di domani, determinanti in chiave Fed.

Sotto i riflettori anche le criptovalute alle prese con il secondo giorno di calo.

Poco prima delle 14, l'euro cede lo 0,2% a 1,0042 sul dollaro poco lontano dalla soglia di 1,0096 toccata nella notte, al minimo dal 13 settembre.

Divisa Usa debole anche nei confronti dello yen: negli scambi asiatici ha raggiunto il livello di 145,17, il minimo di questo mese.

Contro il franco svizzero, la valuta statunitense è scesa a 0,9814, il livello più basso di circa cinque settimane.

La divisa Usa è stata sotto pressione la scorsa settimana per via delle scommesse del mercato su un rallentamento del rialzo dei tassi da parte della Federal Reserve e su un ammorbidimento delle norme anti-Covid in Cina.

Il mercato resta concentrato sulle elezioni di medio termine negli Usa dalle quali, al momento, emerge un quadro poco chiaro con i Repubblicani ancora dati per favoriti alla Camera mentre al Senato una loro vittoria è incerta.

(versione italiana Sara Rossi, editing Stefano Bernabei)