Italia markets close in 4 hours 45 minutes
  • FTSE MIB

    24.421,00
    -19,88 (-0,08%)
     
  • Dow Jones

    33.849,46
    -497,57 (-1,45%)
     
  • Nasdaq

    11.049,50
    -176,86 (-1,58%)
     
  • Nikkei 225

    28.027,84
    -134,99 (-0,48%)
     
  • Petrolio

    79,41
    +2,17 (+2,81%)
     
  • BTC-EUR

    15.913,46
    +176,39 (+1,12%)
     
  • CMC Crypto 200

    390,29
    +10,00 (+2,63%)
     
  • Oro

    1.768,80
    +13,50 (+0,77%)
     
  • EUR/USD

    1,0381
    +0,0037 (+0,35%)
     
  • S&P 500

    3.963,94
    -62,18 (-1,54%)
     
  • HANG SENG

    18.204,68
    +906,74 (+5,24%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.944,14
    +8,63 (+0,22%)
     
  • EUR/GBP

    0,8633
    -0,0011 (-0,13%)
     
  • EUR/CHF

    0,9848
    +0,0035 (+0,36%)
     
  • EUR/CAD

    1,3943
    -0,0006 (-0,04%)
     

Forex, dollaro in rialzo, per trader eccessiva reazione mercato a inflazione Usa

L'illustrazione mostra le banconote del dollaro statunitense

LONDRA (Reuters) - Dollaro in ripresa dai recenti minimi, in rialzo su euro e sterlina dopo la pesante flessione della scorsa settimana, che i trader giudicano un'eccessiva reazione al dato sull'inflazione Usa.

La scorsa settimana, l'indice sulla divisa Usa ha perso il 4%, archiviando la peggiore settimana da oltre due anni e mezzo, dopo che i dati sui prezzi al consumo negli Usa relativi a ottobre si sono rivelati inferiori alle attese, alimentando aspettative che la Fed possa essere meno aggressiva nel procedere con i rialzi dei tassi.

Tuttavia l'esponente dell'istituto centrale Christopher Waller ha messo in chiaro ieri che i dati sull'inflazione di ottobre sono "un unico dato" e che ne sono necessari altri per dimostrare che l'inflazione stia davvero scendendo.

Waller ha però aggiunto che la Fed può ora iniziare a valutare rialzi a un ritmo più contenuto.

Attorno alle 14, l'euro cede lo 0,4% sul dollaro a 1,0316, dopo essere salito al massimo di tre mesi negli scambi asiatici.

(versione italiana Sara Rossi, editing Alessia Pé)