Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.218,16
    -495,44 (-1,93%)
     
  • Dow Jones

    33.290,08
    -533,37 (-1,58%)
     
  • Nasdaq

    14.030,38
    -130,97 (-0,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.964,08
    -54,25 (-0,19%)
     
  • Petrolio

    71,50
    +0,46 (+0,65%)
     
  • BTC-EUR

    30.087,59
    -214,50 (-0,71%)
     
  • CMC Crypto 200

    888,52
    -51,42 (-5,47%)
     
  • Oro

    1.763,90
    -10,90 (-0,61%)
     
  • EUR/USD

    1,1865
    -0,0045 (-0,38%)
     
  • S&P 500

    4.166,45
    -55,41 (-1,31%)
     
  • HANG SENG

    28.801,27
    +242,68 (+0,85%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.083,37
    -74,77 (-1,80%)
     
  • EUR/GBP

    0,8590
    +0,0041 (+0,49%)
     
  • EUR/CHF

    1,0935
    +0,0016 (+0,15%)
     
  • EUR/CAD

    1,4786
    +0,0075 (+0,51%)
     

Forex, dollaro ripiega dopo dati vendite dettaglio Usa sotto attese

·1 minuto per la lettura
Una serie di banconote da 100 dollari statunitensi

LONDRA (Reuters) - Il dollaro ripiega dopo dati sulle vendite al dettaglio Usa inferiori alle attese, mentre l'euro si rafforza sopra quota 1,213 dlr.

Oltre che contro la moneta unica, il biglietto verde perde anche terreno sia su sterlina che su yen, con l'indice generale in ribasso dello 0,4%.

Le vendite al dettaglio statunitensi sono risultate al di sotto delle attese in aprile, anche se il dato del mese prima e' stato rivisto al rialzo. Atteso nel pomeriggio l'indice sul sentiment curato dall'Universita' del Michigan.

Secondo gli analisti, il mercato comincia a far sua la pazienza della Fed nel ponderare le anomalie della ripresa pandemica.

I trader sono combattuti tra l'influenza positiva dello stimolo e il rischio di inflazione. Il sostegno alle economie in questo momento è una certezza mondiale e data la sua dimensione è improbabile che i pieni effetti di questa politica siano stati gia' avvertiti del tutto dai mercati finanziari, aggiungono.

L'inflazione che si teme derivi dallo stimolo è evidente nei prezzi delle materie prime, ma non si e' ancora trasferita in modo netto sugli indici dei prezzi nazionali. Al contrario, l'impatto dello stimolo è abbondantemente chiaro. Questo richiede, sottolineano gli operatori, la copertura del rischio di maggiori aumenti per le valute a più alto rendimento o per quelle piu' correlate alle materie prime e di cali per le valute minate da tassi d'interesse negativi.

(In redazione Valentina Consiglio, Stefano Bernabei)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli