Italia markets closed
  • FTSE MIB

    26.565,41
    -317,06 (-1,18%)
     
  • Dow Jones

    34.725,47
    +564,69 (+1,65%)
     
  • Nasdaq

    13.770,57
    +417,79 (+3,13%)
     
  • Nikkei 225

    26.717,34
    +547,04 (+2,09%)
     
  • Petrolio

    87,29
    +0,68 (+0,79%)
     
  • BTC-EUR

    34.191,71
    +834,22 (+2,50%)
     
  • CMC Crypto 200

    863,83
    +21,37 (+2,54%)
     
  • Oro

    1.792,30
    -2,70 (-0,15%)
     
  • EUR/USD

    1,1152
    +0,0005 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.431,85
    +105,34 (+2,43%)
     
  • HANG SENG

    23.550,08
    -256,92 (-1,08%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.136,91
    -48,06 (-1,15%)
     
  • EUR/GBP

    0,8320
    -0,0008 (-0,10%)
     
  • EUR/CHF

    1,0375
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4232
    +0,0044 (+0,31%)
     

Forex, Dollaro saldo attende dati inflazione Usa, Fed

·1 minuto per la lettura
Un uomo con diverse mazzette da 100 dollari statunitensi a Seoul, in Corea del Sud

SIDNEY (Reuters) - Il dollaro è saldo in apertura di settimana, in un mercato convinto che i prossimi dati sull'inflazione Usa di dicembre e le dichiarazioni dei vertici della Fed rafforzeranno le attese di rialzo dei tassi.

Dopo essere sceso venerdì, il biglietto verde guadagna lo 0,2% su euro, risalendo sopra la media mobile a 200 giorni a 1,1338 dollari.

Si rafforza dello 0,2% sullo yen a 115,79, vicino al massimo quinquennale della scorsa settimana a 116,35.

Da segnalare scambi sottili nella notte, con i mercati chiusi per festività in Giappone.

Jerome Powell e il governatore Lael Brainard testimonieranno davanti alle commissioni del Senato questa settimana riguardo alle loro nomine a presidente e vicepresidente della Fed.

I dati sull'inflazione statunitense sono attesi per mercoledì, con l'indice dei prezzi al consumo visto salire al 7% su base annua.

"Il dollaro probabilmente recupererà alcune delle perdite di venerdì questa settimana grazie ai probabili commenti hawkish di Powell e all'aumento dell'inflazione", osserva Qi Gao, strategist FX di Scotiabank.

L'indice del biglietto verde contro un basket delle principali controparti sale dello 0,2%.

I trader prezzano quasi l'80% di possibilità di un rialzo dei tassi Fed a marzo e più del 70% di un altro entro giugno.

Anche la sterlina perde qualcosa sul dollaro, ma guarda ad una ripresa grazie alle scommesse secondo cui la Banca d'Inghilterra (BOE) probabilmente si muoverà in tandem con la Fed. GBP/

Tra le criptovalute, sotto pressione per le vendite diffuse di asset di rischio all'inizio dell'anno, bitcoin tiene intorno a quota 42.000 dollari e ether a 3.173.

(In redazione Valentina Consiglio, Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli