Italia Markets closed

Forex, euro debole, dollaro saldo in mercato con volatilità ai minimi

Una banconota da 100 dollari statunitensi e sullo sfondo delle banconote da 50 euro in un'illustrazione fotografica.

NEW YORK (Reuters) - All'apertura statunitense l'euro galleggia sui minimi da due settimane, in un mercato in cui volatilità ai minimi e ottimismo su una prossima intesa commerciale Usa/Cina riportano acquisti sul dollaro.

Il range del trading sull'euro/dollaro, il cross più liquido del mondo, è il più stretto da venti anni, intorno ai 20 'pip' oggi, secondo gli analisti di Nordea. Il 'pip' è il più piccolo movimento di prezzo che una coppia di valute possa fare ed equivale al terzo decimale per la maggior parte dei cross e al quarto per quelli più liquidi.

Con le oscillazioni giornaliere dei prezzi diventate meno pronunciate, sono calate anche le aspettative per il futuro con il tasso di volatilità implicita a tre mesi che è sceso per l'euro/dollaro al minimo record di 4,27% dal 7,16% di gennaio.

La diminuzione della volatilità ha innescato appetito per le operazioni di "carry trade" nelle quali si prende a prestito in valute con tassi di interesse bassi o negativi e si investe in divise con rendimenti relativamente più alti.

La moneta unica si muove oggi intorno al minimo dal 14 novembre rispetto al biglietto verde, in un mercato più tranquillo del solito con i mercati Usa chiusi nella notte per la festività del Ringraziamento.

A sostenere il dollaro anche i dati positivi sul Pil Usa, diffusi in settimana, che hanno indotto gli operatori a ridurre le loro attese su un nuovo possibile allentamento monetario da parte di Fed. Contro un basket delle principali divise, la valuta Usa è salda intorno a quota 98,47, avviandosi verso il guadagno mensile più consistente da luglio.


Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia


(Valentina Consiglio, in redazione a Milano Sabina Suzzi)