Italia Markets closed

Forex, euro, yen solidi, dollaro colpito da nodo dazi, dati Usa deboli

Delle banconte da 20 euro.

LONDRA (Reuters) - Euro e yen mantengono i guadagni accumulati nei giorni scorsi sul dollaro dopo i deludenti dati sulla manifattura Usa di ieri, i nuovi fronti apertisi a livello commerciale tra Washington e altri Paesi.

Tuttavia la maggior parte dei movimenti sul mercato valutario sono contenuti con una volatilità limitata e gli investitori che non paiono troppo preoccupati dagli ultimi sviluppi sui negoziati commerciali tra Usa e Argentina, Brasile ma anche Europa.

"Fintanto che non ci saranno sviluppi consistenti a livello commerciale...il mercato derubrica i tweet di Trump a rumori di fondo che si possono ignorare", scrivono gli analisti di Commerzbank in una nota.

"Tuttavia non vi è dubbio che l'incertezza sia di nuovo preponderante alla luce delle scadenze di metà dicembre", aggiungono, facendo riferimento alla deadline del 15 dicembre per nuovi dazi tra Usa e Cina.

L'euro ha recuperato terreno dopo aver toccato venerdì il minimo di tre settimane sul dollaro a 1,0981, arrivando fino a 1,1091. Attorno alle 9,45 scambia piatto a 1,1076.

Lo yen mantiene i guadagni sul dollaro scambiando alla stessa ora a 109,08 in calo da 109,73 visto ieri.


Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia


(Sara Rossi, in redazione a Milano Cristina Carlevaro)