Italia markets close in 2 hours 40 minutes
  • FTSE MIB

    21.606,69
    -380,31 (-1,73%)
     
  • Dow Jones

    30.937,04
    -22,96 (-0,07%)
     
  • Nasdaq

    13.626,06
    0,00 (0,00%)
     
  • Nikkei 225

    28.635,21
    +89,03 (+0,31%)
     
  • Petrolio

    52,47
    -0,14 (-0,27%)
     
  • BTC-EUR

    25.336,01
    -1.026,88 (-3,90%)
     
  • CMC Crypto 200

    616,63
    -23,29 (-3,64%)
     
  • Oro

    1.838,20
    -12,70 (-0,69%)
     
  • EUR/USD

    1,2107
    -0,0062 (-0,51%)
     
  • S&P 500

    3.849,62
    -5,74 (-0,15%)
     
  • HANG SENG

    29.297,53
    -93,73 (-0,32%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.534,49
    -58,34 (-1,62%)
     
  • EUR/GBP

    0,8841
    -0,0011 (-0,12%)
     
  • EUR/CHF

    1,0763
    -0,0020 (-0,18%)
     
  • EUR/CAD

    1,5450
    +0,0015 (+0,09%)
     

Forex: momentanea distensione crisi tra Iran e Usa deprime valute rifugio

LONDRA (Reuters) - La relativa distensione della grave crisi tra Teheran e Washington rende meno attraenti gli asset 'safe haven' come yen e franco svizzero sul mercato valutario, reduci dalla corsa delle ultime sedute.

La divisa nipponica scivola al minimo da una settimana e mezzo nei confronti del dollaro, che a propria volta arretra lievemente rispetto all'euro.

"In questo momento il rischio di un'escalation tra Usa e Iran è meno percepito dai mercati. La valuta che più ne risente è lo yen giapponese" commenta lo strategist di Societe Generale Kit Juckes.

"Il discorso di Trump ha favorito anche le valute emergenti (ad eccezione di quelle dell'est Europa). Tra le migliori troviamo lira turca, rand sudafricano e rublo. Stamani risultano in forte apprezzamento il won sudcoreano e la rupia indiana" scrive la nota giornaliera degli analisti Mps Capital Markets.