Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.363,02
    -153,44 (-0,60%)
     
  • Dow Jones

    34.935,47
    -149,06 (-0,42%)
     
  • Nasdaq

    14.672,68
    -105,59 (-0,71%)
     
  • Nikkei 225

    27.283,59
    -498,83 (-1,80%)
     
  • Petrolio

    73,81
    +0,19 (+0,26%)
     
  • BTC-EUR

    34.990,11
    +1.229,93 (+3,64%)
     
  • CMC Crypto 200

    955,03
    +5,13 (+0,54%)
     
  • Oro

    1.812,50
    -18,70 (-1,02%)
     
  • EUR/USD

    1,1871
    -0,0025 (-0,21%)
     
  • S&P 500

    4.395,26
    -23,89 (-0,54%)
     
  • HANG SENG

    25.961,03
    -354,29 (-1,35%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.089,30
    -27,47 (-0,67%)
     
  • EUR/GBP

    0,8538
    +0,0022 (+0,26%)
     
  • EUR/CHF

    1,0743
    -0,0023 (-0,22%)
     
  • EUR/CAD

    1,4801
    +0,0011 (+0,08%)
     

Forex: tre commodity currency pronte a sovraperformare nel secondo semestre (analisti)

·1 minuto per la lettura

I mercati valutari globali hanno visto una forte correzione del sentiment di mercato nelle ultime settimane; questo ha particolarmente colpito le valute legate alle materie prime. "La situazione potrebbe cambiare presto e ci sono tre valute, sostenute da banche centrali aggressive, che riteniamo possano beneficiare maggiormente", rimarca l'FX Strategist di ING, Francesco Pesole. Tali valute sono il dollaro canadese, il dollaro neozelandese e la corona norvegese; i tassi swap a due anni per tutti e tre sono già significativamente più alti rispetto al resto di quelli del G10. Pesole si aspetta che le banche centrali della Nuova Zelanda e della Norvegia aumentino i tassi di interesse quest'anno. E i mercati potrebbero iniziare presto a ipotizzare che anche il Canada si muoverà prima del previsto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli