Italia Markets closed
  • Dow Jones

    31.235,50
    -254,57 (-0,81%)
     
  • Nasdaq

    11.481,19
    +63,04 (+0,55%)
     
  • Nikkei 225

    26.402,84
    -508,36 (-1,89%)
     
  • EUR/USD

    1,0597
    +0,0131 (+1,2504%)
     
  • BTC-EUR

    28.557,45
    +1.022,40 (+3,71%)
     
  • CMC Crypto 200

    673,68
    +21,44 (+3,29%)
     
  • HANG SENG

    20.120,68
    -523,60 (-2,54%)
     
  • S&P 500

    3.912,15
    -11,53 (-0,29%)
     

Formato Normandia: rispettare incondizionatamente tregua in Donbass

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 27 gen. (askanews) - I negoziatori russi e ucraini hanno concordato che un cessate il fuoco permanente nell'Ucraina orientale deve essere osservato "incondizionatamente". L'annuncio è arrivato dopo un incontro all'Eliseo del cosiddetto Formato Normandia, un negoziato a quattro tra rappresentanti di Ucraina, Russia, Germania e Francia, gruppo che dal 2014 cerca di mediare la pace nell'Ucraina orientale.

Il capo negoziatore di Mosca Dmitry Kozak ha affermato che il cessate il fuoco deve essere rispettato "incondizionatamente", ma che molte altre questioni sull'Ucraina orientale sono rimaste irrisolte. "Abbiamo convenuto che, indipendentemente dalle diverse discrepanze degli accordi di Minsk esistenti tra l'Ucraina e le regioni di Donetsk e Luhansk, la tregua nel Donbass deve essere rispettata incondizionatamente", ha affermato Kozak.

Il funzionario russo ha aggiunto che "l'obbligo" di attuare tali accordi "riguarda le forze armate dell'Ucraina e le formazioni armate della Repubblica popolare (separatista orientale) di Donetsk e della Repubblica popolare di Luhansk".

Il negoziatore ucraino Andriy Yermak, si legge sul sito della Cnn, ha affermato da parte sua che tutte le parti sono favorevoli a un cessate il fuoco permanente e che l'Ucraina è pronta a negoziare 24 ore su 24 per prevenire la guerra e allentare le tensioni lungo il confine. Yermak ha definito il rinnovo dei colloqui del Formato Normandia - tenutisi per la prima volta dopo l'invasione russa della Crimea nel 2014 - un "segnale molto positivo" e il primo accordo di questo tipo dalla fine del 2019.

Secondo Yermak, i colloqui sono stati "davvero sostanziali, ma non una discussione facile", mentre permangono disaccordi su cui occorre ancora lavorare. "Il lavoro continua e posso dirvi che l'Ucraina come al solito è pronta a negoziare, a incontrarsi 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Perché per noi, per il presidente Zelensky, per l'intero team, l'obiettivo di fermare la guerra, di porre fine alla guerra e ridurre l'escalation attorno al confine ucraino è la priorità", ha affermato Yermak.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli