Annuncio pubblicitario
Italia markets closed
  • Dow Jones

    40.393,55
    -21,89 (-0,05%)
     
  • Nasdaq

    18.018,13
    +10,56 (+0,06%)
     
  • Nikkei 225

    39.594,39
    -4,61 (-0,01%)
     
  • EUR/USD

    1,0855
    -0,0038 (-0,35%)
     
  • Bitcoin EUR

    60.744,06
    -1.344,62 (-2,17%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.359,45
    -25,81 (-1,86%)
     
  • HANG SENG

    17.469,36
    -166,52 (-0,94%)
     
  • S&P 500

    5.564,15
    -0,26 (-0,00%)
     

Francia, borsa incerta, sale premio rischio bond dopo risultato elezioni

Monete in euro di fronte alla bandiera francese esposta in questa foto illustrativa

LONDRA (Reuters) - La borsa di Parigi ha aperto in calo per poi recuperare e portarsi intorno alla parità, il premio di rischio dei bond francesi rispetto a quelli tedeschi è salito e l'euro ha perso terreno dopo che le elezioni hanno lasciato la Francia di fronte al rischio un parlamento diviso e alla prospettiva di faticosi negoziati per formare un governo.

Un'inattesa fiammata della sinistra nelle elezioni di ieri ha bloccato il tentativo di Marine Le Pen di far salire al potere l'estrema destra nell'Assemblea Nazionale, ma nessun gruppo si è assicurato una maggioranza sufficiente.

Intorno alle 09,30 l'indice CAC 40 delle blue-chip francesi è piatto.

Il divario tra i rendimenti dei bund tedeschi e francesi a 10 anni si è ampliato di 2 punti base a 70 punti base. Questo spread riflette il premio che gli investitori chiedono per detenere il debito francese piuttosto che i Bund. Il differenziale si era ampliato fino a superare gli 80 punti base nel periodo precedente le elezioni, ai massimi dalla crisi della zona euro del 2012, con gli investitori che temevano che una maggioranza di estrema destra potesse portare all'attuazione di politiche di spesa elevate.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

I prezzi dei titoli di Stato francesi sono scesi, spingendo il rendimento degli Oat a 10 anni in rialzo di 3 punti base al 3,24%.

I sondaggi avevano previsto che il partito di estrema destra Rassemblement National (Rn) di Marine Le Pen avrebbe ottenuto il risultato migliore, ma dopo le elezioni l'assemblea francese, composta da 577 seggi, resta divisa in tre grandi gruppi - la sinistra, i centristi e l'estrema destra - con politiche estremamente diverse e nessuna tradizione di collaborazione.

Tuttavia, gli investitori temono anche che i piani della sinistra possano annullare molte delle riforme del presidente Emmanuel Macron a favore del mercato e ritengono che una situazione di stallo possa porre fine ai tentativi di ridurre il debito francese, che nel 2023 si attestava al 110,6% del prodotto interno lordo.

"Sarà molto difficile far passare qualsiasi politica e realizzare qualsiasi riforma progressista perché i voti di ciascun partito sono divisi e nessuno ha la maggioranza assoluta", ha detto Aneeka Gupta di WisdomTree.

Tuttavia, ha aggiunto, "penso che i mercati saranno contenti di evitare questa situazione estrema con l'estrema destra".

A essere particolarmente penalizzati i titoli bancari. Societe Generale e Bnp Paribas perdono tra lo 0,5 e lo 0,9% ciascuna, a fronte di un calo dello 0,4% del più ampio indice bancario dello STOXX.

L'euro cede circa lo 0,1% rispetto a dollaro e sterlina, attestandosi rispettivamente a 1,0831 dollari e 84,55 pence.

"Sembra che i partiti contrari all'estrema destra abbiano ottenuto grande sostegno", ha detto Simon Harvey, responsabile dell'analisi FX di Monex Europe.

"Ma fondamentalmente, dal punto di vista del mercato, non c'è alcuna differenza in termini di risultato. Ci sarà davvero un vuoto per quanto riguarda la capacità legislativa della Francia".

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Sabina Suzzi)