Italia Markets closed

Francia, grida "Allah Akbar" e minaccia agenti con un coltello

Francia, grida "Allah Akbar" e minaccia agenti con un coltello

Un uomo che brandiva un coltello ed ha gridato "Allah Akbar" oggi a Metz, nell'est della Francia, è stato arrestato dalla polizia. L'uomo è stato ferito dagli agenti ma non è in pericolo di vita. Fonti della polizia precisano che l'uomo aveva minacciato alcuni agenti ma nessun altro è rimasto ferito oltre a lui.

La polizia, allertata, è arrivata sul posto in pochi minuti. A quel punto, l'uomo si è rivolto verso gli agenti in modo aggressivo e questi hanno aperto il fuoco ferendolo alla coscia. L'uomo, a quanto si apprende, ha 30 anni ed è schedato come radicalizzato.

TI POTREBBE INTERESSARE: Francia, operazione antiterrorismo a Villejuif

Il 3 gennaio un episodio simile a Villejuif, alle porte di Parigi, con un morto e due feriti non gravi in un attacco a colpi di coltello. L'aggressore ha tentato la fuga ma la polizia gli ha sparato ed è morto. Alcuni testimoni hanno riferito che l'aggressore mentre colpiva avrebbe gridato “Allah Akbar”. Secondo altre fonti, tuttavia, aveva “turbe psicologiche” e non era schedato per radicalizzazione islamica.

TI POTREBBE INTERESSARE: Baghdad, la reazione dopo la morte di Soleimani