Italia markets closed
  • Dow Jones

    35.750,31
    +523,28 (+1,49%)
     
  • Nasdaq

    15.706,57
    +481,42 (+3,16%)
     
  • Nikkei 225

    28.455,60
    +528,23 (+1,89%)
     
  • EUR/USD

    1,1247
    -0,0039 (-0,35%)
     
  • BTC-EUR

    45.424,86
    +1.498,26 (+3,41%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.316,67
    -4,61 (-0,35%)
     
  • HANG SENG

    23.983,66
    +634,28 (+2,72%)
     
  • S&P 500

    4.690,28
    +98,61 (+2,15%)
     

Frutti di bosco e vino possono aiutare a migliorare i livelli di pressione sanguigna

·2 minuto per la lettura

Mangiare cibi ricchi di flavonoidi, come bacche, mele, pere e vino, può avere un "effetto positivo" sui livelli di pressione sanguigna.

I flavonoidi sono composti che si trovano naturalmente in frutta, verdura e alimenti a base vegetale come tè, cioccolato e vino, già accreditati come amici della salute in diversi studi.

Tuttavia i ricercatori hanno ora scoperto che il modo in cui i flavonoidi vengono scomposti dal microbioma intestinale del corpo - i batteri presenti nel tratto digestivo - è collegato all'abbassamento della pressione sanguigna.

«Il nostro microbioma intestinale svolge un ruolo chiave nel metabolizzare i flavonoidi per migliorare i loro effetti cardioprotettivi e questo studio fornisce prove che suggeriscono che questi effetti di abbassamento della pressione sanguigna sono ottenibili con semplici modifiche alla dieta quotidiana», ha affermato il ricercatore capo, il Dr. Aedin Cassidy della Queen's Università di Belfast, Irlanda del Nord.

Per la ricerca, il team ha reclutato un gruppo di oltre 900 adulti di età compresa tra i 25 e gli 82 anni e ha valutato l'assunzione di cibo, il microbioma intestinale e i livelli di pressione sanguigna dei partecipanti.

Le persone che avevano la più alta assunzione di cibi ricchi di flavonoidi, tra cui bacche, vino rosso, mele e pere, avevano livelli di pressione sanguigna sistolica più bassi, nonché una maggiore diversità nel loro microbioma intestinale rispetto ai partecipanti che hanno consumato meno alimenti ricchi di flavonoidi.

Inoltre, mangiare almeno una porzione di frutti di bosco al giorno era associato a una riduzione dei livelli di pressione sanguigna e bere circa due bicchieri di vino rosso a settimana era associato a un livello medio di pressione sistolica inferiore di 3,7 mm Hg, di cui 15 per cento potrebbe essere spiegato dal microbioma intestinale.

«Una migliore comprensione della variabilità altamente individuale del metabolismo dei flavonoidi potrebbe benissimo spiegare perché alcune persone hanno maggiori benefici di protezione cardiovascolare dagli alimenti ricchi di flavonoidi rispetto ad altre», ha aggiunto il dott. Cassidy.

I risultati completi dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Hypertension.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli