Italia markets close in 1 hour 2 minutes
  • FTSE MIB

    25.774,37
    +37,62 (+0,15%)
     
  • Dow Jones

    34.244,57
    -54,76 (-0,16%)
     
  • Nasdaq

    14.117,63
    +44,78 (+0,32%)
     
  • Nikkei 225

    29.291,01
    -150,29 (-0,51%)
     
  • Petrolio

    72,16
    +0,04 (+0,06%)
     
  • BTC-EUR

    32.311,40
    -910,17 (-2,74%)
     
  • CMC Crypto 200

    970,84
    -21,63 (-2,18%)
     
  • Oro

    1.858,60
    +2,20 (+0,12%)
     
  • EUR/USD

    1,2129
    -0,0004 (-0,04%)
     
  • S&P 500

    4.245,36
    -1,23 (-0,03%)
     
  • HANG SENG

    28.436,84
    -201,69 (-0,70%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.151,27
    +7,75 (+0,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8593
    -0,0019 (-0,22%)
     
  • EUR/CHF

    1,0904
    +0,0012 (+0,11%)
     
  • EUR/CAD

    1,4769
    -0,0005 (-0,04%)
     

Ftse Mib chiude in rialzo, spread stabile

·2 minuto per la lettura

Seduta altalenante per il listino milanese alla vigilia della pubblicazione dell’importante aggiornamento sull’andamento del mercato del lavoro statunitense nel mese di maggio. Dopo i minimi intraday fatti segnare in corrispondenza del giro di boa, il nostro Ftse MIb ha chiuso in positivo sopra quota 25 mila punti (+0,29% a 25.452,33 punti).

Per quanto riguarda la prima economia, i numeri arrivati oggi, la stima ADP è cresciuta di 978 mila unità e le nuove richieste di sussidio hanno fatto registrare il nuovo minimo dall’inizio della pandemia a 385 mila unità, fanno ben sperare. Per il mese che si è da poco concluso, gli esperti si attendono un saldo delle buste paga nei settori non agricoli (non-farm payrolls) positivo per 645 mila unità.

Con il petrolio ai massimi da due anni e mezzo a 71,5 dollari al barile, performance positive a Milano sono state registrate dal terzetto composto da Saipem (+1,39%), Tenaris (+0,85%) ed Eni (+0,68%).

Denaro anche sui titoli del comparto industriale, con Pirelli e Prysmian salite rispettivamente del 2,37 e dell’1,92%. Tra i bancari segnaliamo il 0,91% di Banco BPM che, stando ai rumor, starebbe per annunciare la cessione di 1,5 miliardi di crediti deteriorati. Sopra la parità anche UniCredit (+0,34%) e Intesa Sanpaolo (+0,14%): secondo i numeri riportati da “il Sole24Ore”, il badwill complessivo del settore da utilizzare per operazioni di aggregazione ammonterebbe a circa 20 miliardi di euro.

Sul completo spicca il rally di H-Farm (+13,28%) dopo la notizia dell'acquisizione di Depop (app nata proprio in H-Farm nel 2011) da parte del colosso dell'e-commerce Etsy per 1,6 miliardi di dollari.

Dal fronte debito sovrano, lo spread tra i nostri Btp ed i Bund tedeschi non ha fatto registrare variazioni degne di nota a 102 punti base. (in collaborazione con money.it)