Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.088,36
    -340,57 (-1,52%)
     
  • Dow Jones

    30.996,98
    -179,03 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    13.543,06
    +12,15 (+0,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.631,45
    -125,41 (-0,44%)
     
  • Petrolio

    51,98
    -1,15 (-2,16%)
     
  • BTC-EUR

    27.527,22
    +2.469,80 (+9,86%)
     
  • CMC Crypto 200

    662,06
    +52,06 (+8,54%)
     
  • Oro

    1.855,50
    -10,40 (-0,56%)
     
  • EUR/USD

    1,2174
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • S&P 500

    3.841,47
    -11,60 (-0,30%)
     
  • HANG SENG

    29.447,85
    -479,91 (-1,60%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.602,41
    -15,94 (-0,44%)
     
  • EUR/GBP

    0,8892
    +0,0033 (+0,37%)
     
  • EUR/CHF

    1,0770
    +0,0005 (+0,04%)
     
  • EUR/CAD

    1,5499
    +0,0123 (+0,80%)
     

FTSE Mib: crisi di Governo non frena rialzo

Investimenti Bnp Paribas
·2 minuto per la lettura

Dopo tre sedute di incertezza i prezzi dell’indice di Borsa FTSE Mib hanno iniziato un recupero, con i compratori che sembrano snobbare gli sviluppi della crisi di Governo che insieme alla pandemia sta colpendo il nostro Paese. Dal punto di vista grafico le quotazioni del listino si sono dimostrate in grado di rimbalzare sul 50% del ritracciamento di Fibonacci disegnato su tutta la gamba ascendente partita lo scorso 5 gennaio. L’avanzata degli acquirenti è poi proseguita fino ad effettuare la rottura della linea di tendenza ottenuta collegando i massimi dell’8 e 12 gennaio 2021 e dei 22.750 punti, parte superiore di una congestione di breve periodo già menzionata nella newsletter di ieri. A questo punto l’ultimo ostacolo per tornare a ridosso della soglia psicologica dei 23.000 punti è rappresentato dal superamento della resistenza di area 22.800 punti, che anche ieri è riuscita a respingere gli attacchi del fronte rialzista. Per assistere ad un ritorno più importante dei venditori si dovrebbe invece attendere il breakout dell’area di concentrazione di domanda posta tra i 22.550 e i 22.500 punti: solo a quel punto i corsi potrebbero avere l’occasione di correggere fino a 22.450 punti in primis, per poi spostarsi in zona 22.350 punti. Operativamente quindi, un possibile livello per ricercare strategie di stampo long è 22.700 punti, mentre gli short saranno considerabili da 22.545 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 22.700 punti, con stop loss a 22.550 punti e obiettivo a 22.950 punti.

SCENARIO RIBASSISTA

Per le strategie short meglio attendere la rottura dei 22.550 punti. Lo stop loss è identificabile a 22.820 punti, il target a 22.250 punti.

Autore: Investimenti Bnp Paribas Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online