Italia markets open in 5 hours 41 minutes
  • Dow Jones

    33.290,08
    -533,32 (-1,58%)
     
  • Nasdaq

    14.030,38
    -131,02 (-0,93%)
     
  • Nikkei 225

    28.178,75
    -785,33 (-2,71%)
     
  • EUR/USD

    1,1876
    +0,0011 (+0,10%)
     
  • BTC-EUR

    29.827,09
    -426,39 (-1,41%)
     
  • CMC Crypto 200

    881,55
    -58,39 (-6,21%)
     
  • HANG SENG

    28.801,27
    +242,67 (+0,85%)
     
  • S&P 500

    4.166,45
    -55,41 (-1,31%)
     

Ftse Mib debole, spread a 100pb

·2 minuto per la lettura

Chiusura di seduta all’insegna della cautela per le borse europee in una seduta inevitabilmente condizionata dal meeting della Banca Centrale Europea e dall'aggiornamento relativo l’inflazione USA.

L’istituto guidato da Christine Lagarde ha confermato il costo del denaro. l’orientamento decisamente accomodante e alzato la view sulla crescita di Eurolandia, ora vista nell’anno corrente al 4,6%, contro il 4% stimato a marzo.

Nel caso del dato statunitense, nel mese di maggio l’incremento annuo dei prezzi al consumo si è attestato al 5%, +0,8% rispetto alla rilevazione precedente e dato maggiore dal 2008. Su base mensile, indicazioni maggiori delle stime sono arrivate sia dal dato completo (+0,6%), sia da quello “core” (+0,7%).

Sul listino di Piazza Affari, dove il Ftse Mib ha terminato in rosso dello 0,4% a 25.638,19 punti, spiccano le vendite su Prysmian (-1,95%), CNH Industrial (-2,13%) e Stellantis (-1,35%). A penalizzare quest’ultima ci ha pensato l’inchiesta su Peugeot da parte delle autorità francesi.

In positivo troviamo STMicroelectronics (+1,73%), Eni (+0,67%) ed UniCredit (+0,32%). Le azioni dell’istituto guidato da Andrea Orcel hanno capitalizzato la promozione ad “outperform” arrivata dagli analisti del Credit Suisse con prezzo obiettivo a 12,5 euro.

Sul completo spicca il -5,06% di Sanlorenzo dopo che la holding della famiglia Perotti ha collocato il 3% del capitale.

Le rassicurazioni arrivate da Francoforte hanno fatto scendere lo spread Btp-Bund di oltre il 2% a 100 punti base. Dopo i 7,5 miliardi di Bot assegnati ieri, oggi il Ministero dell’Economia ha messo sul mercato Btp a 3, 7 e 20 anni. Il primo ha registrato un rendimento in calo di 16 centesimi al -0,22%, nel caso del secondo è emersa una contrazione di 23c allo 0,46% e per quello con scadenza 2041 lo yield è risultato pari all’1,55%. (In collaborazione con money.it).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli