Ftse Mib frenato dai bancari termina comunque in rialzo

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
BMPS.MI0,250,00
UCG.MDD6,540,06
UBI.MDD6,890,07

Il nostro indice principale ha mantenuto quota 14.000 e chiude una settimana con un rialzo (+0,91%), non eclatante, ma certamente benaugurante.

Erano in molti, infatti a temere il tracollo dopo che la scorsa settimana si era conclusa sotto quota 14.000, considerato un livello psicologico importante, ma non è andata così.

Non sono mancati i momenti di panico, dopo una eccellente prima giornata, infatti, abbiamo assistito a due pericolose sbandare che non facevano presagire nulla di buono, anzi, si temeva proprio si potesse aprire il baratro e scivolarci dentro (un po’ come nel marzo 2009), invece le due ultime sedute (sempre con patemi d’animo) hanno comunque dato un segnale perlomeno di “tenuta”.

Alcuni titoli, poi, hanno avuto rimbalzi davvero sensibili, un segnale che l’economia italiana è provata, ma non è morta, né moribonda.

Certo non si può nascondere un tracollo come quello di Mediaset (Dusseldorf: MDS.DU - notizie) (-2,83%), che nella settimana ha lasciato sul terreno quasi dieci punti percentuali ed il 31% da inizio anno, il titolo va monitorato con attenzione perché indicativo del mercato pubblicitario in Italia e, per estensione, quindi, un termometro della salute dell’economia del Paese.

In vetta ai rialzi odierni troviamo ancora A2A (Francoforte: 915445 - notizie) (+5,90%) ed un rimbalzo di oltre il 20% nella settimana, forse qualcuno si è accorto che il titolo era arrivato a quotare poco più di 40 centesimi.

Oggi abbiamo assistito anche al rimbalzo di Pirelli (Milano: PC.MI - notizie) (+4,34%) dopo la debacle della vigilia, i conti non erano affatto negativi, ma obiettivamente non si poteva pretendere che il titolo continuasse a salire all’infinito, sulla notizia si è venduto, ma oggi sono già scattate le ricoperture.

, Rimbalza anche Fiat (EUREX: FIAT.EX - notizie) (+4,11%) e risale sopra quota 22 euro Diasorin (Berlino: 34D.BE - notizie) (+3,25%) che conclude bene un’ottima ottava (+7,55%).

A proposito di titoli che hanno avuto un’ottima performance settimanale, ricordiamo Enel Green Power (Xetra: A1C5AT - notizie) (+1,90%) risalito di quasi dieci punti percentuali e Buzzi Unicem (MDD: BZU.MDD - notizie) (+0,98%) che ha ottenuto quattro rialzi ed è tornato a quota 7,77 euro.

Purtroppo, come dicevamo all’inizio, la notizia della mega perdita di JP Morgan (ed ora arriveranno altri downgrades sul comparto) ha gelato i bancari che hanno terminato le contrattazioni lontani dai minimi, ma in territorio negativo: Bper (-1,71%), Intesa (-1,47%), Mediobanca (Xetra: 851715 - notizie) (-1,22%), Banca MPS (Milano: BMPS.MI - notizie) (-1,19%), Banco Popolare (Francoforte: A0MWJR - notizie) (-1,09%), Unicredit (MDD: UCG.MDD - notizie) (-1,06%), Ubi Banca (MDD: UBI.MDD - notizie) (-0,56%) e Banca Popolare di Milano (Milano: PMI.MI - notizie) (-0,14%).

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.819,48 0,66% 24 apr 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.189,81 0,44% 24 apr 17:50 CEST
Ftse 100 6.703,00 0,42% 24 apr 17:35 CEST
Dax 9.548,68 0,05% 24 apr 17:45 CEST
Dow Jones 16.501,65 0,00% 24 apr 22:32 CEST
Nikkei 225 14.496,59 0,64% 04:41 CEST

Ultime notizie dai mercati