Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.381,35
    -256,37 (-1,13%)
     
  • Dow Jones

    30.814,26
    -177,26 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    12.998,50
    -114,14 (-0,87%)
     
  • Nikkei 225

    28.519,18
    -179,08 (-0,62%)
     
  • Petrolio

    52,04
    -1,53 (-2,86%)
     
  • BTC-EUR

    30.108,00
    +10,22 (+0,03%)
     
  • CMC Crypto 200

    701,93
    -33,21 (-4,52%)
     
  • Oro

    1.827,70
    -23,70 (-1,28%)
     
  • EUR/USD

    1,2085
    -0,0071 (-0,58%)
     
  • S&P 500

    3.768,25
    -27,29 (-0,72%)
     
  • HANG SENG

    28.573,86
    +77,00 (+0,27%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.599,55
    -41,82 (-1,15%)
     
  • EUR/GBP

    0,8887
    +0,0010 (+0,11%)
     
  • EUR/CHF

    1,0759
    -0,0034 (-0,32%)
     
  • EUR/CAD

    1,5369
    +0,0008 (+0,05%)
     

FTSE Mib: vitale la tenuta dei 22.000 punti

Investimenti Bnp Paribas
·2 minuto per la lettura

Seduta fiacca quella di ieri, con l’indice guida di Piazza Affari che ha chiuso in flessione dello 0,52%, allontanandosi sempre di più dai 22.500 punti sfiorati durante la prima seduta del 2021. L’impostazione tecnica dell’indice azionario italiano si mantiene costruttiva nel breve con i corsi che hanno testato l’importante supporto dinamico espresso dalla trendline discendente che collega la figura correttiva in essere dai massimi di fine novembre in area 22.387 punti ai minimi registrati il 21 dicembre a 21.087,10 punti. È inoltre importante notare anche il supporto dinamico espresso dalla media mobile semplice a 10 giorni, ora transitante a 22.067,04 il cui test – in caso di ulteriore calo – potrebbe favorire un rimbalzo delle quotazioni. Di vitale importanza è la tenuta del livello psicologico e tondo a 22.000 punti, la cui violazione potrebbe comportare un cambio di scenario a favore di una view ribassista. Vista la struttura tecnica ancora costruttiva, anche se in leggero deterioramento, per l’operatività intraday odierna si potrebbero quindi implementare strategie di natura rialzista al superamento dei 22.280 punti con obiettivo collocabile in prossimità dell’area resistenziale statica posta a 22.480-22.500 punti. Lo stop loss in questo caso andrebbe collocato in prossimità dei 22.100 punti. Una rottura di area 22.000 punti darebbe il via a strategie short con target a 21.630 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie di stampo long valutabili da 22.280 punti con stop loss a 22.100 punti e target a 22.480 punti.

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short si attiverebbero con una rottura di 22.000 con stop loss a 22.100 punti e target a 21.630 punti.

Autore: Investimenti Bnp Paribas Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online