Italia Markets closed

Furlan (Cisl),Cuneo fiscale e rivalutazione pensioni in finanziaria

BOL

Roma, 8 ott. (askanews) - "L'alleggerimento del cuneo fiscale dal 2020 e la rivalutazione delle pensioni devono essere fatti in questa finanziaria, anzi devono essere il suo tratto distintivo». E' quanto ribadisce oggi la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, in una intervista al quotidiano "Il Secolo XIX".

"In questi giorni si è letto molto sui giornali. Noi ieri abbiamo ribadito al Governo due punti. Il primo è l'abbassamento del cuneo fiscale: va fatto in questa finanziaria, non si può aspettare un altro anno. E il governo deve trovare le risorse. Il secondo punto è la rivalutazione delle pensioni: va rimediato al blocco dello scorso anno. Servono circa 800 milioni per dodici mesi, meno se si parte più avanti nel corso dell'anno".

Sui contratti del Pubblico Impiego - si legge in una nota Cisl - Furlan è molto netta. "Lo Stato come datore di lavoro deve essere di esempio e stanziare risorse adeguate e necessarie per rinnovare tutti i contratti pubblici in modo da aumentare gli stipendi. Non faremo sconti su questo punto al Governo. Servono i soldi per rinnovare i contratti e anche per le assunzioni. Penso alla sanità: bisogna rendere davvero esigibile il diritto alla cura dei cittadini italiani».

Sul tema della crescita e degli investimenti pubblici la leader della Cisl ha sottolineato: " abbiamo chiesto un tavolo di monitoraggio sugli investimenti e sulle grandi opere. Ci sono 80 miliardi di euro che attendono solo di essere sbloccati per generare centinaia di migliaia di posti di lavoro».