Italia markets close in 4 hours 44 minutes
  • FTSE MIB

    26.036,60
    +274,50 (+1,07%)
     
  • Dow Jones

    34.814,39
    +236,82 (+0,68%)
     
  • Nasdaq

    15.161,53
    +123,77 (+0,82%)
     
  • Nikkei 225

    30.323,34
    -188,37 (-0,62%)
     
  • Petrolio

    72,49
    -0,12 (-0,17%)
     
  • BTC-EUR

    40.715,73
    -31,05 (-0,08%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.230,86
    +33,65 (+2,81%)
     
  • Oro

    1.780,80
    -14,00 (-0,78%)
     
  • EUR/USD

    1,1766
    -0,0060 (-0,51%)
     
  • S&P 500

    4.480,70
    +37,65 (+0,85%)
     
  • HANG SENG

    24.667,85
    -365,36 (-1,46%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.178,51
    +32,57 (+0,79%)
     
  • EUR/GBP

    0,8508
    -0,0027 (-0,32%)
     
  • EUR/CHF

    1,0875
    +0,0010 (+0,10%)
     
  • EUR/CAD

    1,4862
    -0,0054 (-0,36%)
     

Futuro del dollaro USA? Debolezza strutturale per Goldman Sachs

·3 minuto per la lettura

Il futuro del dollaro USA è sotto la lente di ingrandimento della Goldman Sachs che, analizzando non solo il presente ma anche i fattori futuri, prova a stimare un valore per il biglietto verde nei prossimi anni.

Goldman Sachs prevede un dollaro USA che resterà debole nei prossimi anni e stima che anche nel caso in cui nel 2024 il Federal Reserve System alzerà di 50 punti base il tasso di interesse sul dollaro, quest’ultimo potrebbe apprezzarsi del 2,5% – 4% rispetto alle altre valute principali.

Come riportato dal Financialounge, gli economisti di Goldman Sachs vedono per il dollaro USA una condizione di debolezza strutturale che come banca degli investimenti valutano essere la via da perseguire per favorire l’economia degli Stati Uniti.

Si parte dalla riduzione degli acquisti di titoli

Durante il Simposio di Jackson Hole, di agosto, evento tradizionale degli economisti statunitensi nel quale la relazione del presidente della Fed è centrale, Jerome Powell ha annunciato che presto verrà avviata la procedura di riduzione degli acquisti di Titoli di Stato.

Definita comunemente “tapering”, la procedura riguarderà i 120 miliardi di riacquisti mensili che la banca centrale statunitense ha avviato lo scorso anno per contrastare la crisi economica senza precedenti scatenata dalla pandemia.

Le tappe di attuazione dovrebbero essere le seguenti:

  • FOMC di settembre preavviso di riduzione degli acquisti;

  • FOMC di novembre introduzione della riduzione degli acquisti;

  • dicembre 2021 riduzione dei riacquisti di Treasury e altri titoli sui mercati statunitensi.

Quando la Fed alzerà i tassi di interesse?

Per quanto riguarda i tassi di interesse nella riunione del mese di settembre il FOMC dovrà stendere una previsione di rialzo dei tassi di interesse o quanto meno dare una qualche indicazione di come prevede muoversi su questo fronte.

Gli scenari attesi sulle aspettative sui tassi di interesse prevedono un rialzo che partirà solo dal 2024 e non prima.

Per l’anno 2024 si prevedono due scenari possibili:

  1. la Fed alza i tassi per due volte durante l’anno e per un massimo di 100 punti base;

  2. la Fed sceglie una strategia sui tassi aggressiva e li innalza di 150 punti base.

Tassi di interesse più alti e condizioni del dollaro

Nonostante i rialzi stimati di 100 o 150 punti, secondo le previsioni di Goldman Sachs il dollaro permarrà in una condizione di strutturale debolezza perché giocheranno altri fattori concorrenti.

In particolare una inflazione meno galoppante e una crescita più lenta permetteranno alla Fed di giocare con strategie attendiste.

Andamento del dollaro contro l’euro

Il cambio EUR/USD vale 1,1878 euro in diminuzione del -0,10%. Dopo un picco ad inizio gennaio 2021 a 1,23 euro, il dollaro è crollato del 2,08% a tre mesi e del 2,05% da inizio anno.

Tuttavia il prezzo resta positivo ad un anno per un residuale del +0,30%.

Per conoscere tutti gli eventi economici del giorno e della settimana in Italia e all’estero, leggi il nostro Calendario Economico completo con tutti gli eventi in programma per gli investitori.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli