Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.363,02
    -153,44 (-0,60%)
     
  • Dow Jones

    34.935,47
    -149,06 (-0,42%)
     
  • Nasdaq

    14.672,68
    -105,59 (-0,71%)
     
  • Nikkei 225

    27.283,59
    -498,83 (-1,80%)
     
  • Petrolio

    73,81
    +0,19 (+0,26%)
     
  • BTC-EUR

    35.006,46
    +1.828,88 (+5,51%)
     
  • CMC Crypto 200

    955,03
    +5,13 (+0,54%)
     
  • Oro

    1.812,50
    -18,70 (-1,02%)
     
  • EUR/USD

    1,1872
    -0,0024 (-0,20%)
     
  • S&P 500

    4.395,26
    -23,89 (-0,54%)
     
  • HANG SENG

    25.961,03
    -354,29 (-1,35%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.089,30
    -27,47 (-0,67%)
     
  • EUR/GBP

    0,8534
    +0,0018 (+0,21%)
     
  • EUR/CHF

    1,0739
    -0,0026 (-0,25%)
     
  • EUR/CAD

    1,4790
    +0,0001 (+0,00%)
     

G20 clima, Visco: rischio greenwashing e sostenibiltà di facciata

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Venezia, 11 lug. (askanews) - I criteri Esg - sostenibilità ambientale, sociale e di buona governance - sono "presi ora in attenta considerazione dagli investitori", e "questa tendenza porta potenziali ampi benefici ma non è senza rischi. A cominciare dal "rischio di green washing, cioè di una sostenibilità che sia solo di facciata". Lo ha affermato il governatore della Banca d'Ialia, Ignazio Visco, durante un panel nel corso della conferenza sul clima del G20 finanziario a Venzia.

Da qui "la domanda di dati migliori per misurare l'impatto climatico è quindi forte. Le Banche centrali possono giocare un ruolo importante sulla transizione a emissioni nette zero. Molte istituzioni finanziarie applicano criteri di sostenibilità", ma il panorama è variegato.

"Come supervisori dobbiamo valutare quando gli intermediari tengono adeguatamente conto dei rischi climatici. E poi - ha proseguito - sulle politiche monetarie dobbiamo certamente migliorare il modo di integrare il rischio clima".

"Ora su questo ci sta molta enfasi sul sistema finanziario. Le istituzioni finanziarie sembrano oberate di aspettative, bisogna capire se siano eccessive". Perché secondo Visco "il coinvolgimento del settore finanziario può diventare la scusa per governi di non agire. Non dobbiamo scordare che la responsabilità primaria resta alle politiche nazionali". E ora ci sono crescenti spinte verso il sistema di prezzo delle emissioni CO2.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli