Italia markets closed
  • FTSE MIB

    26.489,18
    +211,61 (+0,81%)
     
  • Dow Jones

    35.294,76
    +382,20 (+1,09%)
     
  • Nasdaq

    14.897,34
    +73,91 (+0,50%)
     
  • Nikkei 225

    29.068,63
    +517,70 (+1,81%)
     
  • Petrolio

    82,66
    +1,35 (+1,66%)
     
  • BTC-EUR

    52.444,37
    -1.407,16 (-2,61%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.464,06
    +57,32 (+4,07%)
     
  • Oro

    1.768,10
    -29,80 (-1,66%)
     
  • EUR/USD

    1,1606
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • S&P 500

    4.471,37
    +33,11 (+0,75%)
     
  • HANG SENG

    25.330,96
    +368,37 (+1,48%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.182,91
    +33,85 (+0,82%)
     
  • EUR/GBP

    0,8437
    -0,0041 (-0,49%)
     
  • EUR/CHF

    1,0701
    -0,0007 (-0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,4344
    +0,0001 (+0,01%)
     

G20, Ocse annuncia completamento accordo tassazione multinazionali

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 8 ott. (askanews) - L'Ocse ha annunciato che quasi tutti i Paesi del G20 Inclusive Framework on Beps - 136 sui 140 - hanno aderito agli accordi globali sulla tassazione minima delle imprese e sulle tasse di multinazionali e giganti digitali. Secondo quanto riporta un comunicato, le intese perfezionate oggi prevedono che in tutti i paesi aderenti le multinazionali siano soggette ad una aliquota minima del 15% dal 2023.

I 136 paesi aderenti, dice l'Ocse, rappresentano il 90% del Pil globale e questa intesa prevede anche la riallocazione di oltre 125 miliardi di dollari di gettito dalle 100 economie più redditizie ad altri Paesi. La versione finale dello "Statement on the Two-Pillar Solution to Address the Tax Challenges Arising from the Digitalisation of the Economy" completa l'accordo che era stato raggiunto a luglio e ha visto l'adesione di Estonia, Ungheria e Irlanda.

In questo modo, si legge, tutti i paesi della stessa Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico e tutti i Paesi del G20 hanno aderito. Restano ancora fuori, invece Kenya, Nigeria, Pakistan e Sri Lanka.

L'intesa raggiunta, dice ancora l'ente parigino, sarà quindi consegnata la prossima settimana, il 13 ottobre, al G20 delle Finanze, che sotto la presidenza italiana si svolgerà a margine delle riunioni autunnali di Fmi e Banca mondiale, e poi al vertice dei leader del G20 che si terrà a fine ottobre a Roma.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli