Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.970,73
    +112,53 (+0,49%)
     
  • Dow Jones

    33.761,05
    +424,35 (+1,27%)
     
  • Nasdaq

    13.047,19
    +267,29 (+2,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.871,78
    +324,80 (+1,14%)
     
  • Petrolio

    89,97
    -2,12 (-2,30%)
     
  • BTC-EUR

    23.568,48
    -772,01 (-3,17%)
     
  • CMC Crypto 200

    571,78
    +0,49 (+0,09%)
     
  • Oro

    1.798,00
    -17,50 (-0,96%)
     
  • EUR/USD

    1,0211
    -0,0046 (-0,45%)
     
  • S&P 500

    4.280,15
    +72,88 (+1,73%)
     
  • HANG SENG

    20.040,86
    -134,76 (-0,67%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.784,91
    +8,10 (+0,21%)
     
  • EUR/GBP

    0,8452
    -0,0005 (-0,06%)
     
  • EUR/CHF

    0,9654
    -0,0001 (-0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,3139
    +0,0037 (+0,28%)
     

Gac contro Stellantis per fine joint venture cinese

L'amministratore delegato di Stellantis Carlos Tavares incontra i sindacati e tiene una conferenza stampa a Torino

(Reuters) - Il gruppo Guangzhou Automobile (Gac) ha comunicato di essere "profondamente scioccato" dai commenti critici di Stellantis sulla fine della loro joint venture in Cina, aggiungendo che è stata Stellantis a "non rispettare gli impegni".

La scorsa settimana, Stellantis e Gac hanno comunicato che avrebbero posto fine alla loro collaborazione in perdita che produceva Suv Jeep in Cina, solo quattro mesi dopo che Stellantis aveva annunciato l'intenzione di aumentare la propria quota nell'attività. A gennaio, Gac aveva espresso rimostranze nei confronti di Stellantis per aver annunciato l'intenzione di aumentare la propria partecipazione al 75% dal 50%, affermando che le parti non avevano firmato un accordo formale.

Ieri, durante la presentazione dei risultati finanziari del gruppo, il Ceo di Stellantis, Carlos Tavares, ha detto che negli ultimi cinque anni "l'influenza politica" nel concludere affari con i partner in Cina è cresciuta di giorno in giorno.

Tavares ha aggiunto che Gac non ha voluto rispettare il memorandum of understanding vincolante che le società avevano firmato e "ha preferito essere inadempiente, piuttosto che eseguirlo. Siamo giunti alla conclusione che, ovviamente, la fiducia è venuta meno".

Gac ha risposto oggi, affermando che l'impresa non è stata in grado di "stabilire un meccanismo operativo di fiducia reciproca adattato all'ambiente altamente competitivo della Cina, al fine di trasformare la situazione negativa riguardo le continue perdite degli ultimi anni".

Il gruppo cinese ha comunicato di essere "profondamente scioccato" dalle osservazioni di Tavares e che Stellantis "non ha rispettato gli impegni" di mantenere attiva la joint venture. Gac ha aggiunto che sperava che le società avrebbero terminato la joint venture "in modo pragmatico e responsabile"

Funzionari di Stellantis non hanno commentato il comunicato di Gac.

Con una quota di mercato inferiore all'1%, Stellantis sta cercando di rinnovare la propria strategia nel mercato automobilistico cinese. Nel piano aziendale per il 2030, pubblicato a marzo, Stellantis ha annunciato di voler adottare un modello di business "asset-light" in Cina, puntando ancora ad aumentare i ricavi ma preferendo le importazioni alla produzione nazionale.

(Tradotto da Romolo Tosiani, editing Stefano Bernabei)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli